Sport

Luka Doncic: chi è la stella erede della leggenda Kobe Bryant

Alessandro Cassaghi
3 Febbraio 2020

Dopo aver perso pochi giorni fa una delle stelle del basket più luminose di sempre, Kobe Bryant, morto in seguito allo schianto dell’elicottero su cui viaggiava, c’è un ragazzo che è pronto a raccogliere la sua eredità. Non è americano, ma viene da Lubiana, in Slovenia, e si chiama Luka Doncic. Ecco perché dovete conoscerlo.

Un talento ereditato. Classe 1999, Luka Doncic è un talento cristallino nel panorama del basket mondiale. Alla sua età – compirà 21 anni il prossimo 28 febbraio – in pochi riescono ad essere decisivi come lui in partita. La passione per il basket Luka l’ha ereditata da papà Sasha, giocatore sloveno di origine serba, che ha anche giocato con la maglia della sua nazionale. A sei anni il giovane Luka inizia a praticare la pallacanestro, il calcio e anche il judo, ma capisce subito che il basket è il suo sport preferito.

Real Madrid. Inizia così a farsi notare nei vari tornei in giro per l’Europa con la maglia della KK Union Lubiana; nell’aprile 2012 a Roma una sua prestazione mostruosa da 54 punti, 11 rimbalzi e 10 assist fa sì che tutti gli scout gli puntino gli occhi addosso. Nel settembre dello stesso anno Luka firma un contratto di cinque anni con il prestigioso Real Madrid. Fa il suo esordio in prima squadra nel 2015, diventando il più giovane ad aver mai vestito la canotta del Real. Nel 2018 vince la prestigiosa Eurolega, la massima competizione continentale di basket, e riceve il premio di miglior giocatore del torneo.

Dallas Mavericks. Il 21 giugno viene selezionato dai Dallas Mavericks come terza scelta assoluta al draft NBA, la “lotteria” durante la quale le squadre americane scelgono i migliori giovani provenienti da tutto il mondo. In quella stagione, diventa il più giovane a realizzare una “tripla doppia”, ossia una gara da almeno dieci punti, dieci rimbalzi e dieci assist, superando un dio del basket come LeBron James, detentore in precedenza del titolo. Queste prestazioni mostruose gli valgono il titolo di matricola dell’anno.

All Star Game. La seconda stagione a Dallas inizia nel migliore dei modi, meglio persino del primo anno tra i professionisti americani. Tra triple doppie e canestri decisivi all’ultimo secondo, Luka viene votato da tantissimi tifosi per partecipare all’All Star Game, la manifestazione di metà stagione nella quale si sfidano i migliori giocatori. In questo modo Doncic è entrato a tutti gli effetti nell’Olimpo di questo sport.

Il rapporto con Kobe. Luka Doncic dopo aver saputo della notizia della morte della leggenda del basket e suo amico Kobe Bryant, ha espresso tutto il suo cordoglio sui social network pubblicando una foto nella quale lui e Kobe scherzano alla fine di una partita. Ha accompagnato lo scatto da queste parole: “Non tu!! Riposa in pace Mamba! (il soprannome di Bryant, preso dal nome di un serpente velenoso, ndr) Grazie per tutto quello che hai mostrato e fatto per tutto il mondo!!”. In seguito, ha poi pubblicato una foto in compagnia di Gigi, la figlia di Kobe deceduta nello schianto dell’elicottero. Doncic era uno dei giocatori preferiti di Gigi, e per lei ha scritto queste parole: “Questo giorno non sarebbe mai dovuto esistere! Dobbiamo apprezzare ogni giorno della nostra vita!”.

 

 



Potrebbe interessarti anche