News

Maison Margiela: pellicce, addio

Martina D'Amelio
9 aprile 2018

Uno scatto della sfilata SS18 di Maison Margiela

Anche John Galliano, guida creativa di Maison Margiela, ha deciso di seguire la scia no-fur che da qualche tempo a questa parte sta coinvolgendo sempre di più il mondo della moda. 

Dopo Michael Kors, Jimmy Choo, Giorgio Armani, Tommy Hilfiger, Calvin Klein, Ralph Lauren, Gucci – oltre alla pioniera Stella McCartney – ora è l’eclettico designer a dire stop all’uso di pelliccia animale nelle collezioni del marchio che guida dal 2015.

La dichiarazione, rilasciata a Elle France, arriverebbe dopo un incontro del tutto casuale con il vice presidente Dan Mathews di Peta, l’organizzazione che da anni cerca di convincere i più grandi player del fashion a fermare lo sfruttamento di pelli animali. Una svolta per Galliano, anche personale: sembra che lo stilista abbia deciso di seguire anche una dieta vegetariana, dopo aver conosciuto il dirigente in una vacanza a Saint Tropez. Determinante anche l’influenza del cane di Galliano, Gipsy. Piccoli dettagli di una conversione “sostenibile” forniti nell’articolo del magazine francese, intitolato “Un duo contro la pelliccia“.

Insomma, l’opera di convincimento di Peta sembra funzionare, considerato che sono sempre di più i brand che aderiscono alla politica fur free, dai big del lusso ai colossi low cost (per citarne alcuni, H&M e Zara).

Si può essere provocatori senza usare la pelliccia” è il commento finale del direttore creativo di Maison Margiela. E il fashion, gli dà ragione.


Potrebbe interessarti anche