Cultura

Manon Lescaut al Teatro alla Scala

Benedetta Bossetti
12 Aprile 2019

Continua al teatro alla Scala, con l’opera lirica “Manon Lescaut” di Giacomo Puccini in scena sino al 27 Aprile, il ciclo pucciniano fortemente voluto dal Direttore Riccardo Chailly. Una spettacolare produzione che fu eseguita per la prima volta il 1° febbraio 1893 al Teatro Regio di Torino e quella versione viene oggi  riproposta per la prima volta  sul palco scaligero. La regia è di David Pountney, mentre l’imponente scenografia viene firmata da Leslie Travers. Puccini si ispira alla  Storia del cavaliere Des Grieux e di Manon Lescaut, scritto dall’abate Antoine Francois Prévost  nel 1731, un gesuita, scrittore, editore e avventuriero, che a quell’epoca fu parecchio criticato per questo testo scandaloso. Il libretto e la partitura vennero più volte rimaneggiate sino quasi alla morte dell’autore.

Un’opera epica con intensi momenti intimi e privati, una storia considerata immorale per quei tempi, che non poteva che portare alla condanna di Manon, donna e cortigiana dalla discutibile moralità, amante del lusso e dagli eccessi di una vita dissoluta.

Nei panni di Manon vediamo Maria José Siri, che interpreta con maestria i vari stati d’animo del bel canto;  accanto a lei Des Grieux Marcelo Álvarez che si alternerà con Roberto Aronica; Lescaut ha la voce di Massimo Cavalletti, Geronte quella di Carlo Lepore, mentre il Coro è ovviamente quello del Teatro alla Scala.

Ph Credits Brescia/Amisano – Teatro alla Scala

 

 



Potrebbe interessarti anche