Cinema

Maria Regina di Scozia: al cinema un’anti-eroina carismatica e potente

Chiara di Perna
17 Gennaio 2019

“Potrei comandare un esercito, ma dite a mia cugina che prego per la pace”. Esce oggi nelle sale italiane “Maria Regina di Scozia”, un nuovo film su una delle protagoniste femminili più interessanti della storia d’Inghilterra: Maria Stuart, meglio conosciuta come Mary Stuart, la regina che si sposò due volte dando scandalo e venne accusata di aver tentato di uccidere con un complotto la sua acerrima rivale, Elisabetta I d’Inghilterra.

Dietro le quinte e sul grande schermo, un vero e proprio tripudio di donne in carriera: a dirigere il film, infatti, è la celebre regista teatrale inglese Jousie Rourke, che ha deciso di debuttare al cinema con una pellicola biografica incentrata su una figura tanto affascinante quanto discussa.

La trama segue le tracce della grande Storia: la bellissima Maria (Saoirse Ronan) ha un obiettivo da raggiungere, rivendicare il trono d’Inghilterra, ritenendosi più legittimata ad occuparlo della cugina Elisabetta I (Margot Robbie), in quanto diretta discendente Stuart. La sovrana, tornata dalla Francia in Scozia, sua terra d’origine, dopo la morte del marito Francesco, vuole riprendere il posto che le spetta. Come i libri di storia insegnano, ad avere la peggio sarà proprio Maria, vittima di conflitti dinastici e tradita dai suoi consiglieri, costretta ad abdicare in favore del figlio Giacomo, per poi essere imprigionata e giustiziata a 44 anni con una cruenta decapitazione.

Al di là delle vicende, la pellicola esplora la personalità della giovane Maria, anti-eroina carismatica, sempre invidiata e temuta da Elisabetta I. Rivali per il potere e in amore, le due regine saranno destinate a cambiare per sempre le sorti della storia europea.

 

 

 

 



Potrebbe interessarti anche