News

Marni fa il tris a New York e apre in Madison Avenue

Beatrice Trinci
30 settembre 2018

Marni cambia casa a New York: la Maison ha inaugurato un nuovo flagship store spostandosi in un prestigioso spazio al civico 822 di Madison Avenue, restando così nel centralissimo distretto dell’Upper East Side.

La griffe, fondata dalla stilista svizzera Consuelo Castiglioni nel 1994 e dal 2012 parte del gruppo di Renzo Rosso (OTB), ha voluto portare la sua estetica fatta di giochi di volumi e sovrapposizioni, geometrie e tonalità pop, anche nella nuova boutique newyorkese.

La superficie di circa 207 metri quadrati, distribuiti su due piani, ospita le collezioni donna di ready-to-wear, accessori e gioielli. Ad accogliere il cliente, ecco colorati pannelli e pavimenti in moquette a blocchi di colore, solidi irregolari, pareti rosa e tavoli in ottone ad arredare l’ambiente; le borse sono disposte su poliedri in acciaio e mensole in cemento, mentre l’abbigliamento è posizionato su rail a onda.

Il nuovo store di Madison Avenue è la terza boutique di Marni nella Grande Mela, dopo quelle di Soho e del Meatpacking District. Ad ogni inaugurazione è dedicata la creazione di un animale scultura, uno diverso per ogni città in cui il brand italiano è presente, che sarà messo in vendita per un limitato arco di tempo esclusivamente nello store per il quale è stato progettato.

Stavolta è stato il cerbiatto, che anima lo short film dell’artista belga Sammy Slabbnik, a dover rappresentare l’essenza del brand a New York; una scultura che intende racchiudere in sé molteplici aspetti artistici e culturali, come l’eccentrico mondo della Pop Art o l’arte del viaggio, accuratamente rivisitate con quel tocco leggero e naif tipico della Maison.


Potrebbe interessarti anche