Letteratura

Marsullo: il calcio come non l’avete mai letto

staff
31 marzo 2013

Domenica pomeriggio, ore 15. Non uscite e rilassatevi. Sedete sulla poltrona e prendete la vostra tazza di caffè, anzi no, il vostro tè caldo, meglio se versato da un thermos in un bicchiere di plastica bianco; proprio come la fine di un antico primo tempo di una partita di calcio ancora in bianco e nero. Sedetevi e aprite questo libro: Atletico Minaccia Football Club. Bene. 
Ora può dirsi iniziata l’avventura di un tempo presente col suo riflesso acceso nello specchio un po’ ingiallito del calcio di provincia.
Lontano dai riflettori, dagli ingaggi milionari dei suoi protagonisti e dal vortice mediatico che li succhia, una storia che narra il fascino dello sport: puro agonismo e divertimento. 

Ironia, semplicità e qualche riferimento alla vita reale sono tratti distintivi di una narrazione che scorre senza intoppi, e travolge anche il lettore meno appassionato alle vicende calcistiche.
La storia è narrata in prima persona dal suo protagonista: l’allenatore, padre e marito Giovanni Cascione, detto Vanni. Un professionista degli esoneri a metà stagione, un personaggio tra il serio e il faceto che insegue il suo idolo Josè Mourinho, da cui cerca, con dubbi risultati, di prendere le mosse. Di certo i personaggi in cui s’imbatte nel corso della sua carriera, e in special modo del team in questione, non sono certo rassicuranti, tra un portiere cocainomane e un centrocampista alle prese con attacchi di colite cronica, il Nostro dovrà cercare di arrivare a fine stagione limitando i danni, e lo farà non prima di essersi tolto qualche soddisfazione, raggiungendo insperati obiettivi.
Al di là della storia, il libro dell’esordiente Marco Marsullo, edito nella collana “Stilelibero Big” di Einaudi, racconta un mondo che incarna la vera essenza del calcio nel contesto della provincia il cui cardine sono l’umanità e la naturalezza dei rapporti interpersonali. Giovano alla narrazione i continui ritornelli, come le strampalate regole che una ad una, sporadicamente, il mister tira fuori per catechizzare i suoi, oppure le continue citazioni canore di uno degli “atleti”, nonché ex concorrente-campione di “Sarabanda”. Un’ironia frizzante dirige i tempi di un libro che scivola via con la stessa facilità di un pallone che rimbalza sull’erba umida. 
Un libro veramente ben scritto, che ha ricevuto l’elogio di un nome eccellente della carta stampata come Gianni Mura e non può non essere vivamente consigliato anche da noi.



Alessandro Giuliano

“Atletico Minaccia Football Club”, di Marco Marsullo, Einaudi 2012, pp.212.


Potrebbe interessarti anche