Lifestyle

MDW 2019: ecco cosa segnare in agenda per il Salone del Mobile di Rho Fiera

Beatrice Trinci
9 Aprile 2019

La 58esima edizione del Salone del Mobile ha finalmente aperto i battenti, accogliendo dal 9 al 14 aprile presso gli spazi espositivi di Rho Fiera Milano aziende rodate, professionisti del settore, creativi, architetti, progettisti e semplici amanti e curiosi, riconfermandosi tra i più importanti eventi del settore design a livello mondiale.

Ingegno, sostenibilità e avanguardia sono le parole chiave che compongono il Manifesto 2019, in un’esposizione internazionale che quest’anno, più di altri, vuole concentrare l’attenzione sia su Milano, città in continua e prosperosa crescita, sia sulla capacità creativa della rete industriale.

Come ogni anno l’area fieristica di Rho presenta proposte vaste, innovative e di alta qualità, accogliendo nei suoi spazi oltre 300 mila presenze provenienti da 165 Paesi nel mondo. Armatevi di tempo e di scarpe comode: dal Salone del Complemento d’Arredo alla biennale Euroluce, dai premi per i designer più originali ed emergenti, fino alle esposizioni dedicate a Leonardo da Vinci, ecco tutti gli eventi da non perdere durante il Salone del Mobile.

Salone Internazionale del Complemento d’Arredo
Nato nel 1989, in risposta alla crescente richiesta di valide proposte per il decoro, il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo si è affermato come manifestazione leader del settore, un grande evento che offre un’ampia scelta di oggettistica d’eccellenza, ogni anno sempre più ricca e varia, grazie agli oltre 200 espositori di cui si compone. Nello specifico, anche in occasione della sua 30esima edizione, il Salone Internazionale propone infiniti prodotti, dagli elementi di arredo a quelli di decoro, dai tessili all’oggettistica, in una vasta varietà di forme, colori e stili. Novità e tendenza sono le parole chiave di quest’area: qui, infatti, i visitatori troveranno complementi ricercati, caratterizzati da una forte identità e capaci di ridisegnare lo spazio con fascino, funzionalità e artigianalità.

Euroluce
Anche il 2019 s’illumina d’immenso. Come? Grazie a Euroloce, la biennale che dal 1976 presenta le soluzioni più innovative nel campo della luce per interni, esterni, industrie, concerti, eventi e software per le tecnologie elettriche, riconfermandosi ancora una volta la fiera internazionale di riferimento con più di 420 espositori provenienti da tutto il mondo. I migliori designer nazionali e internazionali si ritrovano così a Rho per offrire agli addetti ai lavori e ai visitatori soluzioni innovative, che racchiudono in sé tutta la cultura e il savoir-faire del lighting contemporaneo. Insomma, Euroluce non è solo luogo d’incontro per business d’eccellenza, ma anche una manifestazione che promuove l’eco-sostenibilità e il risparmio energetico, proponendo soluzioni efficienti ed estetiche al tempo stesso.

Workplace 3.0
Si presenta come un vero e proprio think tank, dove conoscere e comprendere i futuri cambiamenti degli spazi lavorativi, un’innovativa manifestazione tutta dedicata al design e alla tecnologia di uffici e workspace, che ha lo scopo di proporre soluzioni concrete e inedite per il lavoro del domani, in cui fattore umano e tecnologie intelligenti ricoprono un ruolo fondamentale. Spazi sempre più ibridi che uniscono nelle stesse mura dovere e piacere, professionalità e privacy. Workplace 3.0 porta così in mostra le migliori offerte, presentate da 52 aziende, per “abitare” con sicurezza e stile le aree d’accoglienza e gli spazi di lavoro, che diventano ora flessibili, sicuri e dinamici.

SaloneSatellite
Immancabile poi il SaloneSatellite, che giunge alla sua decima edizione: una giuria internazionale il cui talent scouting quest’anno sfida i progettisti sulla rivoluzione alimentare odierna con Food As a Design Object, con l’auspicio che i giovani creativi provenienti da tutto il mondo possano trovare soluzioni avanguardistiche, idee, progetti e contributi originali sul tema annuale della sostenibilità. Oltre agli awards, presso il SaloneSatellite, come ogni anno, il pubblico potrà ammirare prototipi inediti per la casa e per l’ufficio, come mobili, complementi d’arredo e lampade realizzati da professionisti provenienti da studi di progettazione e scuole di design, da giovani creativi e architetti emergenti.

Ingegno, l’omaggio a Leonardo da Vinci
In occasione dei cinquecento anni dalla sua morte, il Salone del Mobile diventa l’apripista di un ricco palinsesto di eventi nazionali dedicati a Leonardo da Vinci. Durante la design week 2019 non poteva mancare, quindi, un omaggio a uno dei geni più brillanti della nostra cultura, uomo d’ingegno e di scienza, scultore, pittore, ma soprattutto progettista. Quali gli eventi a lui dedicati? Presso la Conca dell’Incoronata prende forma “AQUA. La visione di Leonardo”, l’installazione che si trasforma in una quinta scenica dove la superficie del canale fa da tela a luci, immagini e suoni che mettono a confronto il progetto leonardesco e opere multimediali che riflettono sul tema dell’acqua, per riscoprire un piccolo frammento di Risorgimento proiettato nel futuro del capoluogo lombardo. Mentre “De-Signo. La cultura del design italiano prima e dopo Leonardo”, curata da Davide Rampelli, Presidente del Salone, porta in campo la straordinaria progettualità di Vinci e il know-how delle botteghe artigiane a lui contemporanee, che resero la città di Milano, che lo accolse per oltre vent’anni, dinamica e pulsante come lo è oggi.

 

 

 



Potrebbe interessarti anche