Lifestyle

MDW 2019: una mini guida agli imperdibili di Brera durante il Fuorisalone

Beatrice Trinci
13 Aprile 2019

In occasione del Fuorisalone 2019, Brera Design District giunge alla sua decima edizione, animando le suggestive viuzze del centro storico della città con una fitta rete di eventi, incontri e installazioni inerenti al territorio e proposti attraverso format semplici, fruibili sia dagli addetti ai lavori, sia dal grande pubblico.

Quest’anno, tema cardine della kermesse è lo slogan “Design your life”, un omaggio al libro di Bill Burnett e Dave Evans, e occasione immancabile per smuovere le coscienze su una problematica tanto attuale quanto urgente, la sostenibilità ambientale, spronando i creativi a scegliere soluzioni etiche. “Design your life è un invito a progettare la propria vita – hanno dichiarato gli organizzatori – Ai progettisti chiediamo di lavorare maggiormente sull’impatto sostenibile del loro lavoro. A tutti chiediamo di sentirsi progettisti, coinvolti e audaci, perché il pensiero e l’apporto di tutti, ora, è imprescindibile”.

Così, dopo un’edizione 2018 da record, con quasi 400 espositori coinvolti e un passaggio superiore alle 350 mila presenze, Brera si riconferma fulcro cittadino dello sviluppo commerciale, artistico e culturale, palcoscenico ideale per l’arte e il design in tutte le sue forme.

Cosa ci aspetta dunque? Di seguito una mini guida sugli “imperdibili” del Brera Design District.

Design Apartment
Anche quest’anno torna Design Apartment, un vero e proprio appartamento milanese nel cuore del quartiere, al civico 1 di via Palermo, che, edizione dopo edizione, viene arredato e rivisitato per accogliere progetti speciali, luogo di incontro e confronto su temi legati al design, alla comunicazione e alla cultura. Per il 2019 l’abitazione ospita il progetto d’interni “Planetario”, curato dalla creativa Cristina Celestino, un concept retro futuristico che, traendo ispirazione dal tipico stile anni ‘60 e ’70 di designer come Cini Boeri e Joe Colombo, immagina – e propone – la moquette del futuro, che verrà utilizzata per ricoprire pareti e pavimenti in modo innovativo. Non solo esposizioni: però, Brera Design Apartment, infatti, si trasforma anche in punto d’incontro aperto alle discussioni e ai dibattiti. Qualche esempio? Canvas Talks è un ritrovo al femminile, che sviluppa un networking tra donne appartenenti all’industria dell’arredo, mentre Coffee Room vi permetterà di sorseggiare un buon caffè attorno ad un tavolo in compagnia di un quotato artista. E ancora, How to be Digital con Simple Fair intende spiegare al pubblico le migliori strategie virtuali da adottare per ampliare il proprio business e, infine, Kitchen Tools offrirà nel corso della manifestazione talk sul design in cucina, offrendo utili dritte sulla funzionalità dei diversi oggetti in mostra.

Orto Botanico
In occasione della Milan Design Week la rivista Interni presenta la mostra “Human Spaces”, che, articolandosi in tre sedi distinte della città, propone oltre trenta installazioni sperimentali sugli ambienti che l’uomo può abitare. L’orto botanico di Brera è una delle tre zone ospitanti, con “The Circular Garden” ideata dallo studio internazionale di design CRA – Carlo Ratti Associati per ENI. Qui i visitatori sono invitati a esplorare nuove modalità per applicare l’economia circolare negli ambiti dell’efficienza energetica. Nel dettaglio, quattro strutture monolitiche diffuse nel giardino sperimenteranno l’uso di materiali insoliti per l’architettura, proponendo una dovuta riflessione sul riciclo e il riuso delle materie prime: in particolare, è stata utilizzata la radice fibrosa dei funghi, che le rende completamente biodegradabili e assolutamente non dannose per l’ambiente, divenendo, una volta smantellate, fertilizzante per la terra.

Timberland
Timberland torna in Brera, stavolta con il progetto “RoBOTL”, curato da Giò Forma. Di cosa si tratta? Di un grande supereroe moderno della sostenibilità che domina su Piazza XXV Aprile, un imponente robot firmato dall’azienda statunitense che porta con sé messaggi importanti: la futuristica creatura, infatti, è stata realizzata utilizzando materiali di scarto dal mondo del design.

Pratofiorito
Eataly Smeraldo presenta Pratofiorito, un terreno realizzato per l’occasione in Piazza XXV Aprile, progettato dall’architetto Davide Fabio Colaci in collaborazione con gli studenti del Politecnico: come il nome lascia intendere, si tratta di un prato ricco di fiori e piante, un’esplosione di colori e odori che stimola la biodiversità urbana seguendo l’evolversi della primavera e rallegrando ulteriormente il dinamico quartiere della movida meneghina.

Fondazione Feltrinelli
In occasione del Fuorisalone, Fondazione Feltrinelli propone in zona un inedito concept green, una superficie destinata a tutti i cittadini milanesi grazie alla realizzazione di un’ampia area verde aperta al pubblico: piste ciclabili estese fino ai viali già esistenti, panchine, sedute e un’area giochi dedicata all’infanzia, con un’illuminazione all’avanguardia, progettata per mantenere il luogo sicuro, soprattutto la sera, in occasione di eventi e attività che il parco può accogliere.

Corriere della Sera
Infine, riaprono anche le porte di Casa Corriere, al civico 3 di via Balzan: in sala Buzzati sono previsti numerosi incontri, workshop, eventi e performance organizzati dal quotidiano stesso, da Living e Abitare, sul tema della creatività, della sostenibilità, della cultura, e su come utilizzarle sapientemente nel domani.

 

 

 

 



Potrebbe interessarti anche