Arte

Miart 2019: l’arte moderna e contemporanea protagoniste a Milano

Beatrice Trinci
3 Aprile 2019

Dal 5 al 7 aprile 2019 approda a Milano Miart, la fiera internazionale tutta dedicata all’arte moderna e contemporanea, che, in occasione della sua 24esima edizione, torna ad arricchire gli spazi di Fieramilanocity con grandi nomi e giovani promesse: una vetrina globale per tutti gli appassionati, gli esperti del settore e i direttori di museo.

Con oltre 190 galleristi provenienti da 19 Paesi, l’importante evento si riconferma una delle manifestazioni più ricche e cronologicamente ampie a livello mondiale, grazie alla combinazione di storia e sperimentazione – simbolo dello stesso capoluogo lombardo, una città da sempre simbolo di dinamismo e avanguardia.

A capo della direzione artistica quest’anno ritroviamo Alessandro Rabottini, che spiega: “Quella che lega Milano e Miart è una relazione stretta, intima. Pensando a questa edizione, ci siamo posti una domanda: di cosa ha bisogno l’arte? E di cosa hanno bisogno gallerie e artisti? La risposta sta nel binomio attenzione-cura. Da qui la scelta di consolidare il formato della fiera, il cui ventaglio cronologico ci contraddistingue, e di andare in profondità”.

Temi cardine per la Milano Art Week 2019, infatti, sono il bene comune e il rinnovamento, che con lo slogan “Abbi cara ogni cosa”, dal poema Hold Everything Dear di Gareth Evans, si appresta a unire la solidità degli aspetti di mercato all’innovazione e alla ricerca intelligente.

Una fiera, dunque, che attraverso il coinvolgimento di importanti addetti ai lavori, animerà di incontri, installazioni ed esposizioni la città, con un percorso visivo ed emozionale che unisce passato e futuro, l’arte del XX e XI secolo proiettata nel mondo di domani.

“Sarà una Milano Art Week percorsa da molte urgenze che stiamo vivendo in questo momento. L’internazionalità e l’inclusione del capoluogo sono per noi motivi d’ispirazione. Ecco perché l’ambizione che ha Miart è si quella di consolidarsi, ma diventare un osservatorio per monitorare la società, in grado di leggere le trasformazioni in atto”, ha concluso Rabottini.

Il calendario di appuntamenti ed eventi all’interno della manifestazione è come sempre di ampia portata. Noi però vogliamo segnalarvi il corner dedicato a LOVE, il progetto di arte, moda e illustrazione che omaggia l’amore, realizzato dalla celebre illustrator romana Camilla Falsini in collaborazione con Fidenza Village. Di cosa si tratta? Di un’opera brillante e pop che colora foulard d’autore, accessori e scarpe, ma anche metropolitane, cartelloni pubblicitari e muri, e che intende celebrare il sentimento più passionale, in un periodo storico che pare assorbire soltanto odio e intolleranza. “La parola amore oggi ci sembra superata – ha dichiarato l’artista – Spesso abbiamo quasi l’impressione che ad usare questa parola ci sia da vergognarsi. Perciò trovo che usare l’arte per trasmettere un messaggio forte come LOVE sia una scelta coraggiosa”.

Assolutamente da non perdere!

 

 



Potrebbe interessarti anche