Alberghi

Milano: il Touring Club di Missori diventerà un hotel Radisson

Beatrice Trinci
12 Marzo 2019

Dopo Roma con Palazzo Montemartini, ora il Radisson Hotel Group investe su Milano. La notizia è confermata: il Touring Club darà nuova vita alla sua storica sede meneghina al civico 10 di Corso Italia, un prestigioso palazzo d’epoca inaugurato nel 1915, che sarà oggetto di un ambizioso progetto di valorizzazione strutturale e che ospiterà un nuovo, prestigioso hotel firmato dal colosso alberghiero.

Dopo l’accordo con il famoso Gruppo, l’imponente ed eclettico edificio a pochi passi dal Duomo – che resterà di esclusiva proprietà dell’Associazione – sarà totalmente ristrutturato negli ambienti interni, con l’obiettivo di esaltare sia il patrimonio di Touring Club, salvaguardando le caratteristiche estetiche e identitarie della culla che ha accolto per decenni l’organizzazione, sia una delle destinazioni italiane più frequentate dai turisti di tutto il mondo.

Si conosce ancora poco sulla futura apertura, ma è certo che all’interno del palazzo proseguiranno tutte le attività istituzionali più rilevanti del Club, compresa la libreria e il punto Touring, che resteranno a tempo indeterminato nella loro sede originaria.

“Il contratto appena siglato, che vedrà il Palazzo trasformarsi in albergo, è il frutto della consapevolezza che il TCI non sarebbe stato in grado, da solo, di sostenere una ristrutturazione radicale per un suo uso ottimale, ma anche del desiderio di trovare una soluzione d’innovazione strutturale che avrebbe salvaguardato il bene in sé e la sua collocazione nella memoria collettiva della città e dell’Associazione”, ha fatto sapere Franco Iseppi, presidente del Touring Club. A fargli eco, il direttore generale Giulio Lattanzi, che ha spiegato come il nuovo Radisson non simboleggerà la fine di questa importante realtà nostrana: “Manterremo la sede storica come punto di riferimento di rappresentanza e come casa della cultura del viaggio e delle pratiche turistiche. I nostri volontari, i nostri soci, i cittadini e i turisti non perderanno nulla ma guadagneranno molto. Il modo poi con cui Radisson ha progettato l’hotel premia tutto quello che è il mondo Touring: dal nome alla conservazione dei nostri segni distintivi, dal sapore stesso del viaggio alla presidenza, fino alla libreria. Abbiamo chiuso il cerchio e non abbiamo perso niente per strada”.

 

 



Potrebbe interessarti anche