News

Milano Keeps On Cooking: mettiamoci ai fornelli, anche per una buona causa

Beatrice Trinci
12 Marzo 2020

Enrico Bartolini e la sua brigata: tra i tanti nomi della ristorazione che aderiscono al progetto Milano Keeps On Cooking

Milano non si ferma, nemmeno ai fornelli. È in piena emergenza da Coronavirus, infatti, che nasce il progetto “Milano Keeps On Cooking”, l’iniziativa social che intende lanciare un messaggio di speranza all’intera città (e non solo) in un momento così difficile e delicato.

L’idea? Un grembiule indossato di fronte a ricette gustose da seguire via streaming, per liberare un po’ di creatività in cucina e sostenere una delle categorie più colpite dall’emergenza, ossia quella dei ristoratori, costretti ad abbassare le serrande dei propri locali. Oggi sono oltre 40 i cuochi, pasticceri e pizzaioli che hanno abbracciato la causa, cucinando di fronte alla telecamere piatti semplici e sfiziosi, trasformati in video-ricette da seguire – e replicare – comodamente tra le mura domestiche. Tra loro spiccano i diversi nomi noti, tra cui quello di Eugenio Boer, che con il suo Risotto alla Nino Borghese ha dato il via alle danze.

Un progetto solidale – con sottotitoli anche in inglese per raggiungere un pubblico internazionale – che con uno slogan tanto semplice quanto efficace, “Milano continua a cucinare”, ci ricorda che il capoluogo lombardo resta forte e che presto tornerà a essere dinamico, creativo e frizzante come lo conosciamo. Oltre a intrattenere i cittadini in questo particolare periodo, infatti, l’iniziativa prevede infatti la vendita di uno speciale grembiule customizzato con il claim per donare l’intero ricavato all’Ospedale Luigi Sacco di Milano, in prima linea nella lotta al Covid-19.

Per divertirsi, imparare, distrarsi e fare del bene… a stomaco pieno.

 

 



Potrebbe interessarti anche