Arredamento

Milano Moda Design: tutti gli appuntamenti da non perdere al Fuorisalone

Luca Antonio Dondi
16 aprile 2018

Dal 17 al 22 aprile Milano si prepara ad aprire le porte al design internazionale: la Milano Design Week 2018 sta per iniziare, portando con sé una serie di eventi e presentazioni da non perdere, a partire da Milano Moda Design.

La settimana che gravita attorno al Salone del Mobile non è più solo indirizzata agli addetti ai lavori nei settori dell’arredamento, dell’architettura e del design, ma è anche – e sempre di più – legata agli universi di arte, cinema, moda, fotografia, cibo e tanto altro. L’esposizione in Fiera poi è diventata ormai quasi una cornice della miriade di eventi che invadono la città meneghina grazie al frequentatissimo Fuorisalone.

Ed è proprio in questo contesto che si inserisce Milano Moda Design: una serie di appuntamenti organizzati dalla Camera Nazionale della Moda Italiana il cui obiettivo è mostrare e valorizzare le sinergie – sempre più forti – tra design e moda.

Ecco un elenco di tutte le presentazioni di Milano Moda Design da non perdere, suddivise in base ai quartieri della città. Agenda alla mano e smartphone a portata di Instagram: la Milano Design Week non è mai stata così glamour!

 

Montenapoleone e il Quadrilatero della Moda
È il cuore pulsante di Milano Moda Design, il punto d’incontro tra la creatività del mondo fashion e l’estro del design che in occasione del Fuorisalone si mostra attraverso le vetrine delle più rinomate boutique e tramite allestimenti ad hoc all’interno dei negozi più esclusivi di Milano.

  • La Home Collection di Bottega Veneta si amplia grazie a nuovi modelli di arredo che rispecchiano i valori e i simboli della Maison guidata da Tomas Maier | Via Borgospesso, 5

  • Durante la Milano Design Week in casa Giuseppe Zanotti si celebra il nuovo tacco scultura “G Heel” che riprende, in chiave minimal e astratta, l’iniziale dello shoe designer | Via Montenapoleone, 8

  • Nella boutique Jimmy Choo, per tutta la durata del Fuorisalone, sarà possibile ammirare uno specchio-scultura di Damiano Spelta e una serie di sedute metalliche di forma geometrica firmate da Alexander Lotersztain e intitolate “QTZ (Quartz)” | Via Sant’Andrea, 1/A

  • Les Copains celebra l’arte attraverso la mostra “Freestyle” che raduna opere contemporanee che spaziano dalla scultura all’immagine digitale, dalla fotografia a oggetti ready-made | Via Manzoni, 21

  • Loewe celebra l’artigianalità con una serie di tappeti e borse prodotti a mano in edizione limitata attraverso antiche ed originali tecniche di tessitura provenienti dalle più radicate culture europee, asiatiche, africane e sudamericane | Via Montenapoleone, 21

  • Longchamp si allea con il brand di design italiano Slide per lanciare, all’interno della boutique di moda, due nuovi prodotti: la lampada da terra “Cucun” e la seduta pop “WOW” | Via della Spiga, 6

  • L’artista Annarita Serra si esibirà in una performance live nella boutique Paul & Shark per riprodurre l’opera “Save the Sea” attraverso i rifiuti raccolti sulle spiagge della Sardegna | Via Montenapoleone, 16

  • Paul Surridge deubutta nella Home Collection firmata Roberto Cavalli con ceramiche e vasi in cristallo ispirati alle stampe d’archivio, pezzi d’arredo unici e prodotti per la tavola | Via Montenapoleone, 6

  • Moda e design dialogano grazie al progetto “Nina Chez Valentino” e all’installazione di cinque stanze all’interno della boutique in cui i capi e gli accessori della Maison si trovano in armonia con i complementi d’arredo della galleria Nilufar di Nina Yashar | Via Montenapoleone, 20

  • L’alta gioielleria Van Cleef & Arpels espone in vetrina, in occasione della Milano Design Week, le ceramiche di Sèvres realizzate dagli artisti Samy Rio e Pernelle Poyet, vincitori del Grand Prix Design Parade di Hyères | Via Montenapoleone, 10

 

Porta Venezia e dintorni
Corso Venezia con i suoi palazzi storici, lo spazio Krizia di Via Manin e il Museo della Permanente diventano la sede d’importanti esposizioni in cui design e moda dialogano liberamente e s’intrecciano in completa armonia.

  • Louis Vuitton presenta la prima collezione di oggetti dècor della Maison firmati dai più prestigiosi designer del panorama internazionale: “Louis Vuitton Les Petits Nomades” sono una serie di piccoli oggetti d’arredo innovativi, funzionali ed eleganti nel rispetto dei valori del brand | Corso Venezia, 48

  • Carte da parati, complementi, arredo e molto altro fanno parte della nuova home collection firmata Hermès e presentata all’interno di un progetto architettonico installato al Museo della Permanente di Milano | Via Turati, 34

  • Moreschi collabora con il giovane designer Matteo Cibic per la realizzazione di un lussuoso shoe cabinet ispirato al Taj Mahal e le sneakers “MMM” in limited edition con stampa grafica effetto marmo | Corso Venezia, 5

  • La luce nel rispetto di una più ottimale convivialità è l’aspetto indagato dal duo Raw-Edges attraverso l’installazione “HORAH” realizzata nello Spazio Krizia | Via Daniele Manin, 21

 

Brera Design District
Lo storico quartiere di Brera si prepara ad accogliere, tra i suoi vicoli e le antiche corti dei palazzi, esempi interessanti di fusione tra arte, moda e design attraverso il lancio di nuovi prodotti e partnership d’eccezione.

  • Icona della nuova home collection di Etro, la seduta smontabile da viaggio “Babel”, sinonimo di un lussuoso nomadismo contraddistinto da tessuti preziosi e funzionalità pratica | Via Pontaccio, 17

  • Malìparmi presenta “Boucheroite”, una serie di tappeti berberi Afolki realizzati a mano da donne artigiane delle regioni del Medio Atlante | Via Solferino, 3

  • La boutique Manuel Ritz diventa la cornice per presentare “Solid”, la nuova collezione di lampade a LED in cristallo acrilico realizzate dal celebre designer Karim Rashid per Vesta | Via Solferino, 1

  • Blauer USA celebra le sue radici americane con il tavolino da caffè Dino caratterizzato da quattro palloni da basket e progettato dallo studio milanese Mandalaki | Piazza XXV Aprile

 

Tra Piazza Duomo e San Babila
Anche il centro nevralgico della città è pronto ad ospitare eventi esclusivi ed esposizioni del tutto inedite in occasione di Milano Moda Design: da Piazza Duomo fino a San Babila e dintorni, una serie di chicche da non perdere.

  • “Open Sky” è il titolo dell’installazione realizzata dall’artista americano Phillip K. Smith III per COS con l’obiettivo di unire l’imponenza aristocratica dei palazzi milanesi alla libertà sconfinata del cielo | Corso Monforte, 35

  • Tiffany & Co. debutta con la collezione Home & Accessories attraverso l’installazione di una serra reinterpretata da cinque artiste femminili e che accoglierà le preziose creazioni del brand | Piazza Duomo angolo Via Ugo Foscolo

  • Fendi debutta nel mondo delle cucine grazie alla partnership con Scic e la creazione di due modelli dal design d’avanguardia ed estremamente funzionale progettati dall’architetto Marco Costanzi | Via Durini, 19 e Via Solari, 35

  • Per il Fuorisalone, Gala Fernandez e Giorgia Ricci collaborano con i ragazzi di San Patrignano nella creazione di una serie di sipari dipinti su carta da parati ed esposti nelle vetrine del negozio Sisley | Piazza San Babila

 

In giro per Milano
Da Corso Como a Viale Umbria, dalle storiche Cinque Vie a Piazza Gae Aulenti: il Fuorisalone non conosce limiti e ospita interessanti collaborazioni e performance artistiche nei luoghi più belli di Milano sparsi per la città.

 

  • Con il progetto “Marni La Vereda”, Marni ci porta a scoprire la Colombia e le sue comunità rurali che attraverso tecniche artigianali realizzano i nuovi complementi d’arredo del brand introducendo nuove forme, colori e materiali | Viale Umbria, 42

  • Diesel Living s’ispira alle geometrie, ai colori e ai materiali di Città del Messico per una collezione di arredamento e oggetti pungenti, moderni e talvolta kitsch, presentati in un ex laboratorio di oreficeria nel cuore di Milano | Via Cesare Correnti, 14

  • “Design Collection” è la linea di debutto del gruppo MGM che nella boutique Anteprima espone i pezzi d’arredo unici ricavati da pregiate materie prime raffinate | Corso Como, 9

  • Elena Salmistraro presenta la nuova collezione di maschere, ceramiche e piatti “Primates Revolution” realizzati per Bosa ed allestiti all’interno del flagship store milanese Replay The Stage | Piazza Gae Aulenti, 4


Potrebbe interessarti anche