Men

Milano Moda Uomo: i best look visti in passerella

Alessandro Brazzelli
17 Gennaio 2019

Aperta da Ermenegildo Zegna e chiusa con la new entry Numero 00, si è conclusa ufficialmente Milano Moda Uomo dopo quattro intensi giorni di sfilate e presentazioni, anteprima delle collezioni maschili per il prossimo autunno-inverno 2019/2020.

Sartorialità rivisitata per una nuova mascolinità: in scena sulle passerelle, non ci sono dubbi, si rivisita il tailoring e si afferma un leitmotiv piuttosto comune, che vede protagonista un uomo alla riscoperta di capi sartoriali ma moderni, che non ha paura di osare, che va oltre gli stereotipi e sceglie consapevolemente il proprio look.

Largo anche ad attitudini sportive che abbracciano tendenze streetwear con una certa raffinatezza di materiali, colori, forme.

Pronti a ripercorrere i momenti migliori di questa MFW? Sfogliate la gallery per scoprire tutti i best look avvistati sulle passerelle di Milano Moda Uomo.

  • In casa Prada il tailoring si fa dark.

  • Un businessman elegante, dal gusto classico e mascolino cavalca la passerella di Fendi.

  • Si caratterizza per il suo animo ribelle l’uomo di N.21, che punta ad abbinamenti sofisticati.

  • Un mix di culture e tradizioni ha sfilato alla Stazione Centrale per Ermenegildo Zegna, che ha regalato un’interpretazione futuristica della sartorialità italiana.

  • Un vintage sportivo e colorato ha tinto la sfilata di MSGM.

  • Contraddistinto dallo stile stravagante e ricercato, l’uomo Versace si fa sempre più glamour e rock’n’roll.

  • Elegante e raffinato: l’uomo visto dal maestro Giorgio Armani per la nuova collezione firmata Emporio Armani.

  • Un animo sempre più rock e naif ha guidato i fratelli Dean e Dan nella nuova collezione di Dsquared2.

  • Mix di colori vivaci e pattern eterogenei hanno fatto spiccare il volo all’ultima sfilata di Marni.

  • Un back to school che incontra lo streetwear è la fonte di ispirazione di Sunnei per il prossimo autunno-inverno.

 



Potrebbe interessarti anche