News

Molestie sessuali nella moda: sotto accusa i big della fotografia Weber e Testino

Cecilia Dardana
15 gennaio 2018

Bufera nel mondo della moda: due celebri fotografi che hanno firmato alcuni tra i più importanti servizi fotografici sono stati accusati di molestie sessuali. Si tratta di Bruce Weber e Mario Testino, che hanno collaborato per anni con Vogue e realizzato campagne di marchi icona quali Calvin Klein e Abercrombie & Fitch il primo, e DKNY, Gucci e Versace, oltre che nientemeno che il fidanzamento di William e Kate il secondo.

A metterli sul banco degli imputati decine di modelli che affermano di essere stati molestati anche sul set: con la scusa di volerli immortalare al massimo della loro carica seduttiva e realizzare scatti glamour e sensuali, i due maghi dell’obiettivo li avrebbero per esempio indotti a spogliarsi e a portare le loro mani dove sentivano “l’energia”.

E dunque, sulla scia del caso Weinstein che ha coinvolto e sconvolto l’universo femminile del mondo del cinema e dello spettacolo, ora a parlare sono gli uomini. A raccogliere le testimonianze è stato il New York Times, che ha collezionato accuse di oltre quindici modelli ed ex modelli contro Weber e almeno tredici tra assistenti maschi e modelli contro Testino.

Ricordo che mi ha messo le mani in bocca e sui miei genitali“, ha detto il modello Robyn Sinclair in riferimento al fotografo statunitense: “Non c’è stato mai un rapporto sessuale, ma certo molte molestie“. Il modello Ryan Locke ha invece definito Testino “un predatore sessuale” che assumeva giovani uomini eterosessuali per poi sottoporli ad avance sempre più aggressive.

Indignati, i due fotografi hanno prontamente smentito accuse così vergognose, mettendo in dubbio la credibilità degli accusatori. Intanto Vogue non ha temporeggiato e li ha scaricati entrambi. “Alla luce delle accuse, non commissioneremo loro alcun lavoro nel prevedibile futuro”, hanno detto la direttrice della rivista, Anna Wintour, e l’amministratore delegato del gruppo Condé Nast, Bob Sauerberg, a cui Vogue fa capo. La Wintour ha espresso particolare indignazione per le vicende che hanno coinvolto due amici personali: “Credo nel valore del rimorso e del perdono – ha detto – ma queste accuse sono serie”.


Potrebbe interessarti anche