Luoghi

Molocafe a Formentera: l’appetito non va in vacanza

Giorgia Giuliano
7 Agosto 2019

Ha la calma piatta del mare quando non tira vento il Molocafe: una location che sembra essere perennemente in vacanza perché il locale si trova niente meno che a Formentera, dove già da qualche anno ha aperto il ristorante Molo47.

Una matrioska del sapore perché Molocafe è come un’isola nell’isola nell’isola – ma qui il mare non è soltanto tutt’intorno: arriva potente come l’onda più imponente, bagna di gusto la riva della tavola e chi ci è seduto nuota con piacere senza muovere le braccia ma coordinando i sensi. La vista si meraviglia davanti alla bellezza e alla struttura dell’offerta gastronomica più dolce e più salata, il gusto diventa l’occhio del palato, l’olfatto stravolge il ruolo dell’ossigeno e l’aria di cui proprio non riusciamo più a fare a meno è quella del profumo di un menu quasi interamente a base di pesce e che a qualcuno risulterà un po’ familiare. Si, perché in cucina c’è lo chef Antonio d’Angelo, Executive Chef del ristorante NOBU di Milano.

E in effetti c’è un po’ di Giappone, un po’ di Italia, un accenno di Messico e di Spagna continentale: come spezie, alcuni dei Paesi più saporiti del mondo diventano i complici di uno chef la cui passione è per noi assolutamente commestibile. Insieme a Daniele Bettinzioli e al pasticcere Simone Masuzzo, i tre hanno regalato all’isola di Formentera una comfort zone dall’aspetto pulito e minimale, pronta a coccolare gli ospiti e non soltanto ad accoglierli.

Una cucina semplice come semplice è pure la location: raffinata, dalle tinte chiare e che gioca coi tessuti. Il Molocafe è il tracciato personale dello chef Antonio d’Angelo e tutti possono percorrerlo – però a passo lento, senza avere fretta perché l’offerta food&drink è fresca come il primo impatto con il mare, colorata come il mondo che c’è al di sotto, limpida in ogni dettaglio, com’è limpido ogni angolo di acqua a Formentera.

Molocafe assomiglia tanto a uno degli abitanti del posto, uno di quelli che conosce bene la terra in cui è cresciuto e per la quale farà sempre la mossa giusta. Siamo nell’isola delle vacanze, e qui il buon gusto non può di certo andare in ferie.



Potrebbe interessarti anche