News

Moncler Genius: tutto quello che c’è da sapere

Martina D'Amelio
16 febbraio 2018

Gli 8 creativi di Moncler Genius

Moncler inaugurerà Milano Moda Donna con un evento imperdibile, ma questo lo sapevamo già. Oggi la Maison svela qualche dettaglio in più sul suo nuovissimo progetto, Moncler Genius: ecco tutto quello che c’è da sapere.

Una sola casa di moda, diversi inquilini che parlano la stessa lingua, quella di Moncler: 8 “geni” creativi realizzeranno altrettante collezioni che andranno ad integrarsi una con l’altra, definendo l’identità del marchio nella sua globalità.

Ecco in cosa consiste il Moncler Genius Building: non un luogo vero e proprio, bensì un progetto integrato che supera la temporalità delle stagioni, ospitando diverse aree, ognuna dedicata ad una singola mente creativa. E se l’iniziativa nella sua interezza verrà rivelata il 20 febbraio in apertura della MFW in piazza VI Febbraio con una sfilata co-ed per l’autunno-inverno 2018/2019, le singole 8 collezioni saranno svelate mensilmente nei negozi, fino a essere presenti contemporaneamente nei vari store da ottobre in poi. Il Moncler Genius Building si mostrerà anche in una serie di eterogenei spot pop-up in diverse città del mondo.

Il nuovo logo di Moncler Genius

Una visione che supera la temporalità delle stagioni riducendo i tempi tra presentazione e vendita, stabilendo un dialogo quotidiano con il consumatore. Un cambio deciso di strategia che arriva dopo la chiusura delle linee Gamme Bleu e Gamme Rouge e dopo due anni di riorganizzazione interna, volto a fare leva sull’immediatezza della comunicazione e del mercato: un’estremizzazione della modalità “capsule collection” ora di gran voga.

Ma chi sono gli 8 “geni” voluti da Remo Ruffini, patron di Moncler, per dare il via a Moncler Genius? Si va da Pierpaolo Piccioli, direttore creativo di Valentino, all’ex Gucci Sandro Marino, da Francesco Ragazzi (direttore artistico di Moncler e fondatore di Palm Angels) a Simone Rocha. E poi Craig Green, Kei Ninomiya e Hiroshi Fujiwara, che affiancheranno Karl Templer, il quale curerà la linea principale chiamata 1952 (l’anno di fondazione del marchio).

Un hub di menti eccezionali che contribuiranno allo sviluppo del brand e al suo nuovo corso: diverso, innovativo, unico. Non ci resta che attendere per vedere cosa saranno capaci di creare.


Potrebbe interessarti anche