Monti: l’Italia non è più un rischio per la Ue. Elogi da Merkel

staff
11 gennaio 2012

Monti lo ha detto chiaro a Berlino: l’Italia non è più un “rischio” per la stabilità dell’Europa. E la cancelliera Merkel ha riconosciuto al governo di Roma di aver adottato misure di risanamento “particolarmente importanti”. Il professore ha ricordato la “maturità” degli italiani nell’accettare i sacrifici: “Non meritano ricompense da parte dell’Europa – ha detto – perché queste misure sono state adottate nell’interesse dell’Italia, ma un riconoscimento da parte dell’Europa che non deve più temere l’Italia come possibile fonte di infezione per la zona euro, ma può contare su un’Italia pronta a fare appieno la sua parte nella conduzione della Ue verso la stabilità”.

Riguardo ai tassi di interesse sul debito italiano, secondo il presidente del Consiglio, “non sono giustificati”. “Gli italiani e io con loro – ha detto Monti – speriamo che nei mercati finanziari ci possa essere una riduzione dei tassi di interesse che potevano essere giustificati una volta quando, a torto o a ragione, c’era sfiducia verso l’Italia, non più quando i mercati stessi con molte dichiarazioni hanno detto di apprezzare quello che l’Italia sta facendo”.

Dal canto suo la cancelliera ha riconosciuto che l’esecutivo italiano sta portando avanti misure “particolarmente importanti” sul risanamento dei conti pubblici “ma anche sulle riforme strutturali” che “miglioreranno le prospettive economiche” del Paese. Le misure prese “rafforzeranno l’Italia”, ha aggiunto Merkel, e “noi abbiamo seguito con grande rispetto” gli sviluppi della situazione nel Paese.

 

Fonte: TMNews