Alberghi

Morpheus Hotel: l’ultimo sogno di Zaha Hadid diventa realtà a Macao

Clarissa Monti
3 luglio 2018

L’ultimo sogno di Zaha Hadid prende vita a Macao: è stato da poco inaugurato il Morpheus Hotel, l’avveniristico edificio ideato dalla celebre designer irachena scomparsa nel 2016.

Ci sono voluti 1,1 miliardi di dollari per la sua realizzazione. Non a caso è il fiore all’occhiello del City of Dreams Resort, sulla Cotai Strip, un grande complesso turistico progettato per l’isola cinese che comprende altri quattro hotel, un casinò, due teatri, venti ristoranti e un centro commerciale.

Il biglietto da visita del Morpheus è un’imponente facciata a due torri, avvolte da un impressionante esoscheletro che regala all’intera struttura un aspetto quasi surreale. L’originalità architettonica sta proprio in questa grandiosa rete in acciaio che fascia i 42 piani dell’edificio, eliminandoquasi del tutto la necessità di pilastri e muri portanti all’interno. Altro elemento iconico, la presenza di tre grandi vuoti esattamente al centro della struttura, che vengono attraversati da ponti orizzontali che collegano i due corpi principali.

Anticonvenzionale come tutte le opere di Hadid, l’hotel vanta la presenza di 780 camere dotate di ogni comfort, tra cui le luxury suite all’ultimo piano, con tanto di palestra e zone massaggi private. All’interno si trovano poi un grande casinò, una shopping area con marchi di lusso, una galleria d’arte moderna, una spa con grotta della neve e una piscina panoramica sul tetto che offre una vista mozzafiato sullo skyline della città dai 160 metri di altezza del grattacielo. L’offerta enogastronomica non è da meno, con due ristoranti firmati dallo chef pluristellato Alain Ducasse.

Grazie al suo design sorprendente, unito all’esperienza esclusiva riservata ai fortunati ospiti, l’hotel è senza dubbio destinato ad essere considerato tra i più originali al mondo.


Potrebbe interessarti anche