Moto

MT 10 e Brutale 800: naked stellari

Matteo Giovanni Monti
16 dicembre 2015

FOTO COPERTINA
Anche quest’anno ad EICMA 2015 sono state svelate e presentate le più importanti due ruote nella categoria naked, ossia “nude”. Sono moto da strada, caratterizzate da uno stile molto essenziale, nudo, crudo, aggressivo. Si presentano con motori che derivano dalle superbike ed hanno un’ elettronica completa di tutti gli aiuti alla guida, che non compromettono il divertimento, bensì lo esaltano in totale sicurezza.
Oggi vi proponiamo una grande novità marchiata “Made in Japan” e una rinnovata italiana, che ha radici sulle sponde del Lago Maggiore.


MT 10 “RAY OF DARKNESS”. Dopo il trionfo nel mondiale MotoGp 2015, Yamaha non si ferma e allarga la famiglia delle naked MT. Nasce così la più grande e più potente di sempre, che condivide gran parte della tecnica e delle soluzioni con la YZF-F R1. Il motore a scoppi irregolari “CP4” da 1000cc e 170 Cv (tanti per una nuda) garantisce coppia lineare, una risposta immediata e un controllo preciso. Punta di diamante è poi l’innovativo telaio Deltabox in alluminio, leggerissimo, che offre tanta maneggevolezza in curva quanto stabilità sul dritto, sfrecciando oltre i 200 Km/h.
Anche il comparto sospensioni è derivato direttamente dalla supersportiva carenata; totalmente regolabili, offrono comfort e precisione assoluta. La frenata è gestita dall’evoluto sistema ABS, accelerazione e richiesta di potenza dal YCC-T (Yamaha Chip Controlled Throttle) ed infine la trazione dal TCS (traction control system), selezionabile su tre differenti livelli oppure totalmente disinseribile. La grande novità che accompagna questo modello è la nuovissima colorazione “Night Fluo”; in alternativa, sarà disponibile nelle colorazioni “Tech Black” e “Race Blu”. Tutte, nelle varie livree. saranno disponibili a partire da maggio 2016.


BRUTALE 800. È stata svelata in antreprima assoluta a RHO-Fiera dal Presidente G.Castiglioni, in compagnia dell’affezionato e pluricampiome G.Agostini. A 15 anni dal suo debutto, la tre cilindri di Mv Augusta cambia totalmente, ma rimane fedele a se stessa. Sviluppa 116 CV a 11.500 giri/min; inoltre la coppia è stata incrementata del 25% regalando una “brutale” spinta, sprigionata lateralmente attraverso lo scarico a tre canne d’organo. Rivisto anche il telaio in lega leggera, ancora più snello. Saliti in sella, dimentichiamoci della frizione: l’operazione di cambiare e scalare marcia si conclude in tempi infinitesimi, grazie al sistema elettronico up&down EAS 2.0.
Stile e design sono stati rinnovati: sella sdoppiata, maniglie del passeggero a scomparsa, faro anteriore con tecnlogia “Full Led” e posteriore con indicatori di direzione a led. Mv Agusta mantiene le sue linee, le migliora e le arricchisce di dettagli che da sempre la rendono una icona. Il prezzo è salato, 12.680 €, ma sicuramente saprà soddisfare i palati più esigenti.


Potrebbe interessarti anche