Beauty

New York: inaugurerà a maggio il primo Make-up Museum

Beatrice Trinci
31 Marzo 2020

New York si prepara ad accogliere il Make-up Museum, il primo museo al mondo interamente dedicato all’universo della bellezza. L’appuntamento è per maggio 2020 (emergenza Covid-19 permettendo), quando la struttura aprirà le sue porte al civico 94 di Gansevoort Street, nel Meatpacking District, ieri zona soprannominata “la macelleria della Grande Mela” per i suoi ex stabilimenti di lavorazione della carne, oggi uno dei quartieri più esclusivi e alla moda della città.

Un viaggio nella millenaria storia del trucco, dall’antico Egitto alla cultura pop, dalle Geishe giapponesi alle drag queen, passando per i celebri anni Cinquanta. Quello stesso decennio che sarà raccontato nella mostra “Pink jungle: 1950s make-up in America”, in calendario fino al prossimo autunno. Nello specifico, l’esposizione, con focus sul rossetto, percorrerà l’estetica americana dei Fifties attraverso le intramontabili icone di bellezza dell’epoca, da Marylin Monroe a Audrey Hepburn, fino a Greta Garbo, gli oggetti cult, come i prodotti firmati Erno Laszlo, e la nascita di marchi di bellezza pionieristici, oggi tra i must-have dei beauty case di moltissime donne, tra cui Elizabeth Arden, Sally Hansen e Helena Rubinstein.

“Il Make-up Museum è una struttura fondamentale per il paesaggio culturale di New York, perché il trucco ha una storia di oltre 10 mila anni – ha dichiarato Doreen Bloch, direttore esecutivo e co-founder del progetto – “L’istituzione di questo spazio sarà rilevante per far comprendere come il trucco sia parte integrante di tutte le culture e di come rappresenti l’operato di veri e propri artisti”.

 



Potrebbe interessarti anche