Men

Non solo donna: tutti i look maschili visti alle sfilate della MFW

Vittorio Francesco Orso Ferrari
28 settembre 2017

La Milano Fashion Week si è da poco conclusa, lasciando dietro di sé l’immagine di una donna sempre più sicura di sé, dinamica, indipendente e cosmopolita. Ma non è stata solo la figura femminile la protagonista della settimana della moda meneghina: anche l’uomo ha fatto la sua comparsa, grazie alle sempre più in voga sfilate unificate.

I co-ed show sono diventati ormai l’arma vincente di numerosi stilisti e marchi prestigiosi: il bisogno di unire in una sola collezione i capi uomo e donna permette, infatti, di raccontare con maggior efficacia la comune ispirazione creativa del brand, come insegnano i défilé di Gucci, Bottega Veneta e Trussardi, ormai quasi veterani di questa metodologia.

Se l’inclinazione principale tende verso un uomo dallo urban style sofisticato, libero ed espressivo, non mancano certo inflessioni più classiche e tradizionali, senza rinunciare ad accenni pop e retrò.

Il vostro feed di Instagram era tutto concentrato sui look al femminile? Ecco tutti i look maschili che vi siete persi per la primavera-estate 2018, visti sulle passerelle della Milano Fashion Week!

  • Rock, punk, riottoso: Angel Chen punta sul total black a contrasto, con un cappotto over in tinta metallizzata rosa.

  • Tendenze over, tessuti innovativi e un look underground per l’uomo Jil Sander.

  • Kean e Veronica Etro puntano tutto su contrasti e pattern: le stripes e gli iconici paisley abbinati come mai ci si aspetterebbe per un look 70s inspired al maschile.

  • Il gusto classico di Giorgio Armani si ritrova anche nelle uscite primavera-estate 2018 dedicati a lui.

  • Alessandro Michele continua la sua ascesa in casa Gucci, proponendo un look Disco 80, rivoluzionario ed ipnotico, fatto di colori forti e pattern geometrici.

  • La pelle si conferma elemento must have in casa Trussardi: cappotti dai tagli classici, scarpe e accessori total leather sono la scelta ideale per lui.

  • Giovane, spavaldo e vintage, l’uomo secondo Antonio Marras gioca con tessuti e contrasti, forme e lunghezze.

  • Un’esplosione di colori incontra l’inimitabile maglieria di Missoni che tra macchie, stripes e disegni diventa un vero e proprio trionfo rainbow.

  • La tradizione di Bottega Veneta si ritrova nella semplicità delle silhouette e nell’eleganza rilassata dei capi.

Grafica a cura di Alessandro Brazzelli


Potrebbe interessarti anche