Leggere insieme

Nonno, ti presento Charlie!

Marina Petruzio
19 dicembre 2015

d

Di Amy Hest, con le illustrazioni di Helen Oxenbury, LO editions, marchio di Officina Libraria dedicato ai libri per bambini, pubblica il seguito di Io & Charly: Nonno, ti presento Charlie!

Formato lo stesso, forma narrativa uguale, è Henry – Henry Korn per l’esattezza – che racconta al proprio diario ciò che è successo quando ha presentato Charlie al nonno.

Dopo la fatica della prima notte a casa di Charlie – un cucciolo di Labrador o Golden Retriver, comunque un cane giallo! – e dopo aver con impegno e caparbietà insegnato a Charlie che deve dormire in cucina, nella sua cuccia sotto il tavolo dove passa il tubo dell’acqua calda, quella con il cuscino, Bobo il vecchio orsacchiotto e la sveglia che fa tic-tac-tic-tac come un cuore che batte…Charlie ronfa amabilmente nel letto di Henry ogni notte! E questo è quel che succede in ogni casa, con un cucciolo, che si rispetti…

Così come succede che appena le idee si schiariscono e si riprende contatto con il pavimento di casa, riappoggiandoci sopra i piedi dopo la gioia infinita di aver finalmente ottenuto di avere un cucciolo – un cucciolo di cane! -, ecco che si fa impellente per ogni bambino che ha la fortuna di avere un nonno, di correre a dirglielo, di avere fretta di presentarglielo, di poter condividere con lui, persona importante della vita e dei propri ricordi, un altro così importante: il proprio cane.

Quello a cui si è scelto il nome, che ha il tuo stesso cognome!, che si è avvolto nella propria coperta, quello che pur di averlo abbiamo promesso e rinunciato a qualsiasi altra cosa.

Piacerà Charlie al nonno? A lui che si è preoccupato di sapere se è amichevole o feroce, perché non ha mai fatto amicizia con un cane prima e non sa cosa aspettarsi, a lui che arriverà con una valigia grande per restare un bel po’ e qui nevica e fuori fa tanto freddo…

Quando vieni a conoscere Charlie? Cerca un ragazzo che saluta da lontano, quello sono io.

Eh sì! Ora che Henry ha la responsabilità di Charlie, del suo cibo, della passeggiata e dei giochi così come dei suoi bisogni, si sente un po’ più grande, un ragazzo! In grado anche di andare alla stazione da solo ad accogliere il nonno.

Questo nonno che è il più alto dei Korn, ha piedi lunghissimi e russa fortissimo, arriverà una domenica dopo un lungo viaggio in treno. Cerca un nonno che saluta da lontano, quello sarò io.

Ad aspettarlo alla stazione da un tempo definito solo dall’impazienza di poterlo riabbracciare e di presentargli il suo cane, ecco un bambino-ragazzo con un giubbotto col cappuccio rosso, uno slittino per trasportare la pesante valigia, un cucciolo di cane tremante per il freddo e la più grande nevicata dell’anno, una specie di bufera dove il vento si divertirà a scherzare col nonno ed il suo cappello verde, rendendo un po’ più difficile l’accoglienza, un po’ più tardo il rientro a casa ma sicuramente più frizzante e ricco di suspence l’incontro tra i due.

Amerà Charlie, il nonno?

Buone russanti feste!

FullSizeRender

 

Nonno ti presento Charlie!
di Amy Hest illustrato da Helen Oxenbury
Traduzione: Paola Gallerani
Editore: Loedition
www.LO-ed.com
Euro: 14,00.

Età di lettura: dai 4 anni e per tutti i bambini di ogni età a cui piacciono i cani

 

 

 

 


Potrebbe interessarti anche