News

Nuova apertura per E. Marinella a Londra

Francesco Alberico
17 dicembre 2015

marinella-pitti_672

Nell’immaginario collettivo il “made in Naples” è famoso non solo la pizza, ma anche e soprattutto per la sartoria. Era l’inizio del secolo scorso, quando Don Eugenio Marinella decise di importare, per la prima volta in Italia, capi di abbigliamento inglesi, icone di stile ed eleganza dell’epoca. Oggi, a distanza di più di un secolo, Marinella si è affermato come icona indiscussi di eleganza, identificandosi con un prodotto specifico: le cravatte.
Molte sono state le aperture di botique monomarca che si sono susseguite nel corso degli negli anni: partendo dalla prima bottega di Napoli, passando per Hong Kong, Londra, Lugano, Milano, Parigi e New York. Quest’anno a Londra, a distanza di quattro anni dal primo opening avvenuto nel 2011, il brand napoletano ha deciso di bissare aprendo un secondo store, testimoniando cosi la volontà di proseguire una politica di internazionalizzazione del prodotto.
Alla prima boutique in Maddox Street, nel quartiere di Mayfair, si affiancherà una nuova sede che rappresenta una scelta commerciale strategica e di grande visibilità: il Royal Exchange, edificio storico di grande prestigio, punto di riferimento degli affari nella capitale. Trasformato nel corso degli anni in un lussuoso ed elegante centro commerciale, ospita oggi le boutique di importanti brand internazionali, oltre a ristoranti e lounge bar.
L’allestimento del nuovo monomarca è stato affidato all’architetto milanese Simone Del Portico, che già aveva firmato tutti gli altri punti vendita del marchio. Predomina un gusto neo-classico, attualizzato con dettagli contemporanei. L’arredamento è volutamente giocato sui toni neutri per dare risalto ai colori vivaci e alle fantasie delle cravatte “napoletane veraci” ma allo stesso tempo “very british”.
Il nostro obiettivo – spiega Maurizio Marinella – è mantenere intatti i nostri valori: qualità, sartorialità, attenzione ai dettagli e cura del cliente. La nuova boutique si trova nel centro della Londra commerciale e finanziaria e siamo certi diventerà un punto di riferimento per una clientela executive, favorendo così la visibilità non solo del Made in Italy, ma anche del Made in Naples all’estero”.


Potrebbe interessarti anche