Auto

Nuova Mini Clubman: “sei porte” per la massima praticità d’uso

Cesare Lavia
1 dicembre 2015

COPERTINA

BMW Group, con i suoi tre marchi BMW, MINI e Rolls-Royce, è costruttore leader mondiale di auto e moto premium. Il suo successo si fonda da sempre su una visione sul lungo periodo e su un’azione responsabile. Come parte integrante della propria strategia, l’azienda ha istituito la sostenibilità ecologica e sociale in tutta la catena di valore, la responsabilità globale del prodotto e un chiaro impegno a preservare le risorse. Non solo. Proprio attraverso MINI dimostra anche di essere marchio attento alle innovazioni e alle nuove tendenze; ne è un esempio la partnership con Pitti Immagine, rinnovata anche per l’anno 2016. In occasione di Pitti 89, lo spazio MINI ospiterà infatti per la prima volta The Latest Fashion Buzz, una selezione di talentuosi designer internazionali impegnati a sviluppare un nuovo concetto di modernità nel menswear.

1

La nuova Mini Clubman è una Mini in tutto e per tutto, ma più lunga e spaziosa. Appare decisamente più lunga (è infatti cresciuta di ben 29 cm), con un abitacolo sufficientemente spazioso per quattro adulti e due vere porte laterali, che le permettono di arrivare ora ad un totale di sei: quattro porte laterali e due posteriori. Pur cresciuta nelle dimensioni, la vettura si conferma maneggevole e facile da guidare.

La linea ricorda l’antenata Clubman, fatta eccezione per i grandi fanali orizzontali, molto diversi da quelli piccoli e verticali del modello precedente.

2

Gli interni sono del tutto simili a quelli delle altre sorelle Mini, con tipica strumentazione centrale rotonda, grande schermo multifunzione di 8,8″, e anello luminoso a Led, che cambia colore in base alle impostazioni di guida.

Oltre che personale, la vettura appare anche ben rifinita, grazie all’impiego di materiali di qualità, da vettura superiore, e plastica morbida per la plancia. Tra i sistemi multimediali si segnala il raffinato sistema hi-fi Harman Kardon. Lunga la lista degli optional, tra i quali fari, fanali e fendinebbia a led, sedili in pelle, head-up display, telecamera anteriore con cruise control adattativo e abbaglianti automatici, per offrire ai clienti la possibilità di una totale personalizzazione.

3

Circa le motorizzazioni, quattro sono le unità: due a benzina e due a gasolio, tutte adeguate alla vettura, e in grado di soddisfare le esigenze di diverse categorie di clienti, con potenze da 100 a 190 CV.

La Cooper SD, che monta il 2.0 turbodiesel da 190 CV, può essere la scelta giusta per chi percorre tanta strada e desidera una vettura scattante e sportiva, ma anche pratica e spaziosa. In caso la scelta cadesse su un benzina, la più consigliata è la Cooper 1.5 turbo da 136 CV, che offre piacere di guida, spinge forte e non consuma troppo.

Per tutte le versioni sterzo diretto e cambio preciso, per una avvolgente esperienza di guida.


Potrebbe interessarti anche