Men Woman

Orologi must-have: 10 imperdibili novità da Baselworld 2019

Martina D'Amelio
27 Marzo 2019

Lusso ed eleganza, sportività e minimalismo. A Basilea si chiude un’altra edizione di Baselworld, la fiera mondiale dell’orologio e della gioielleria.

Una kermesse dedicata a tutte le novità in fatto di segnatempo, che per la prima volta ha registrato l’assenza di Swatch ma ha visto la partecipazione di ben 500 espositori. Pochi ma buoni: tra i nomi importanti, presenti RolexPatek Philippe, BulgariZenithTag Heuer e Hublot (anche se la mancanza di BreguetBlancpain,OmegaLongines e Rado si è fatta sentire).

Quanto alle novità del 2019, Baselworld presenta l’area The Watch Incubator, dedicata agli orologi in fase di lancio. E si chiude con un dato incoraggiante per l’intero comparto orologiero svizzero, capace di mettere a segno nei primi due mesi del 2019 un export da 2,99 miliardi di euro (+ 2,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno).

In attesa dalla sincronizzazione di data tra le fiere principali di settore, il Sihh di Ginevra (che dal 2020 si terrà infatti dal 26 al 29 aprile) e proprio Baselworld (in calendario dal 30 aprile a 5 maggio 2020), ecco quali sono gli orologi da tenere d’occhio per il 2019 visti alla fiera.

1| Zenith. Quest’anno cade il cinquantesimo anniversario del modello El Primero di Zenith, il primo cronografo automatico ad alta frequenza. Per celebrare questo importante traguardo, il marchio ha riproposto a Baselworld l’originale A386, questa volta in metalli preziosi: oro bianco, rosa e giallo, in edizioni limitatissime (50 pezzi). Un grande classico.

2| Tag Heuer. L’Autavia di Tag Heuer è ispirato soprattutto al mondo dei piloti. E le nuove versioni 2019 lo dimostrano: sempre presente, la rivoluzionaria spirale in carbonio signature del brand e altre caratteristiche che ricordano il mondo degli aviatori, come la lunetta bidirezionale da 60 minuti, la corona extra e i numeri arabi. Un totale di 7 nuove versioni, di cui 5 modelli in acciaio con quadranti blu, neri o grigi e 2 in bronzo con quadrante marrone o verde affumicato. Sporty&glam.

3| Bulgari. Con uno spessore di 6,9 mm, l’Octo Finissimo Chronograph GMT Automatic si conferma il cronografo meccanico più sottile al mondo. Alimentato dal movimento BVL 318, a sua volta alto solo 3,3 mm è dotato di cassa, quadrante e cinturino sabbiati tutti realizzati in titanio, che gli conferiscono un aspetto estremamente elegante e moderno. Snello e leggero, questo orologio è un vero e proprio must-have per il 2019. Très chic.

4| Hublot. Per celebrare al meglio il 90° anniversario della Scuderi Ferrari, Hublot, ha lanciato in apertura del Salone dell’Orologeria a Basilea l’orologio Big Bang Scuderia Ferrari 90th Anniversary. Un modello che rispecchia la ricca storia e l’eredità della casa automobilistica, realizzato in 3 edizioni limitate: ognuna da 45mm, montano il famoso movimento Unico, un cronografo flyback con riserva di carica di 72 ore. E la lunetta è scolpita nella carboceramica (lo stesso materiale utilizzato per i dischi dei freni della Formula 1). Per chi ama correre.

5| Patek Philippe. In occasione di Baselworld 2019, Patek Philippe presenta la nuova versione del World Time 5231J, una chicca per i collezionisti. Lo scenografico quadrante in smalto cloisonné presenta una mappa del mondo colorata, con cassa in oro giallo da 38,5 mm, e i fusi di ciascuna città del globo. Anche se a caatturare l’attenzione al polso è il prezioso cinturino in alligatore marrone. Per veri intenditori.

6| Seiko. Seiko sa come realizzare orologi di qualità a prezzi accessibili e la collezione Presage lo testimonia. Questi segnatempo per Baselworld 2019 si rifanno il look all’insegna della porcellana: due nuovi orologi con quadrante bianco Arita (la piccola città del Giappone famosa per le sue ceramiche). Il modello SPB093 offre una riserva di carica di circa 45 ore. La cassa in acciaio inossidabile misura 40,6 mm di diametro con uno spessore di circa 14,1 mm. Un mix elegante e casual.

7| Rolex. Il grande marchio elvetico a Baselworld presenta le sue ultime creazioni nella collezione Oyster Perpetual. Preziosi gioielli da polso, tutti certificati Cronometro Superlativo: a partire dal più spettacolare, l’Oyster Perpetual Cosmograph Daytona, che viene declinato in oro giallo 18 carati, con quadrante pavé laccato nero. Sulla lunetta, al posto della scala tachimetrica, scintillano 36 diamanti taglio trapezio. Un vero lusso.

8| Tudor. Gli esperimenti di Tudor regalano quest’anno il modello Black Bay P01, un orologio ispirato all’heritage della casa, impermeabile fino a 200 metri. Dotato di un quadrante nero opaco bombato con indici luminescenti verniciati, questo segnatempo rispetta l’estetica utility del prototipo classico: la cassa infatti è interamente satinata, con una finitura opaca. All’interno del P01 troviamo il calibro MT5612 di Tudor’s Manufacture, con una riserva di carica di 70 ore. Tra passato e presente.

9| Chanel. Tra i nuovi orologi di Baselworld 2019 spicca anche il nuovo J12 di Chanel. La Maison rilegge il segnatempo di lusso da 38 mm grazie al movimento automatico Calibre 12.1 firmato Kenissi, un produttore con sede a Ginevra di cui detiene il 20% del capitale.
Dal punto di vista estetico, l’orologio s’ispira alle barche da regata e presenta elementi in ceramica altamente resistenti ai graffi e agli urti. Il quadrante pulito e basico è davvero originale un cronometro. Un campione di stile e minimalismo.

10| Chopard. La casa di gioielli punta sui nuovi L.U.C., realizzati secondo i più elevati standard svizzeri, con tanto di cassa in oro bianco certificata Fairmined. I ritocchi di design? Innanzitutto, la corona e il sub-quadrante sono stati spostati; il numero “12” è mancante, sostituito da un paio di marcatori sfaccettati. Con la sua cassa tinta unita e il quadrante sunburst satinato spazzolato in tonalità grigio-blu, il L.U.C XPS Twist QF è un vero e proprio evergreen.



Potrebbe interessarti anche