Luoghi

Parigi e Londra: fughe gourmet con chef stellati

Alessandra Buscemi
22 gennaio 2018

Un elemento fondamentale dell’esperienza di viaggio, sia questo di piacere o di business, riguarda il food. Visitare musei, camminare per quartieri e scoprire la cultura di un luogo, ma anche conoscere meglio un luogo grazie alla sua cucina e attraverso un percorso gourmet. Ne è consapevole Starhotels, gruppo italiano di hotel che vanta 29 alberghi da quattro e cinque stelle e si propone come sinonimo dell’eccellenza dell’ospitalità italiana.

Interessanti le sue nuove collaborazioni con Chef stellati: l’hotel Castille Paris, in Rue Cambon, porta la firma di Ugo Alciati, Chef con una stella Michelin, patron dello storico “Guido Ristorante” di Serralunga d’Alba e volto di Eataly nel rappresentare l’eccellenza della cucina italiana nel mondo. Affacciato su un elegante cortile privato che con la sua fontana monumentale richiama paesaggi mediterranei, “L’Assaggio” rappresenta una nuova intrigante opportunità per la città e per il pubblico internazionale dell’hotel: conoscere i piatti della grande cucina tradizionale del Piemonte. Ideato da Ugo Alciati e realizzata dall’Executive Chef de “L’Assaggio”, Ugo Gastaldi, insieme alla sua brigata, il menù è un compendio di cultura gastronomica elevato ai livelli più alti dalla straordinaria capacità dello Chef di valorizzare la stagionalità di materie prime piemontesi di altissima qualità. Tra i grandi classici di Ugo in carta figurano l’imperdibile vitello tonnato alla piemontese; la faraona arrostita con spuma di fegatini e salsa al Marsala; le verdure dell’orto, porcini e tartufo; il merluzzo con spinaci e mandorle.

Il londinese The Pelham London – Starhotels Collezione, boutique hotel a cinque stelle, disegnato da Kit Kemp e situato nel cuore di South Kensington, si è recentemente arricchito di una collaborazione stellata di grande valore: Alfredo Russo, già firma della cucina d’autore del “The Franklin”, è lo Chef a capo del nuovo concept de “La Trattoria by Alfredo Russo” del Pelham, dove propone ricette tradizionali italiane nell’ambientazione informale della nuova Trattoria. Premiato come miglior giovane chef italiano all’inizio della sua carriera, Alfredo Russo è noto per il successo del suo “Dolce Stil Novo” presso la Reggia di Venaria Reale di Torino. Il suo approccio innovativo alla cucina regionale piemontese ha dato vita a un menù che nasce per essere condiviso: alla base della sua filosofia, il concetto di assaggiare un po’ di tutto, facendosi avvolgere dal clima rilassato della trattoria, abitudine piacevolmente e tipicamente italiana. Tra i piatti signature della Trattoria il baccalà mantecato all’olio d’oliva; lo sformato di grana con ragù di fave, piselli, fagiolini; la passatina di ceci al rosmarino; la parmigiana di melanzane.

Rimandi della nostra cucina in due delle più affascinanti capitali europee, dove si respira un po’ di Italia, perché come dice Elisabetta Fabbri, Presidente e Amministratore Delegato di Starhotels “vogliamo essere il punto di riferimento per chi ama lo stile italiano, nell’ospitalità, nell’eleganza e nella qualità della vita, fuori dai confini nazionali per affari o per piacere”.


Potrebbe interessarti anche