Sport

Parte il torneo dei campioni di tennis: c’è anche il nostro Matteo Berrettini

Alessandro Cassaghi
11 Novembre 2019

Il 17 novembre ci sarà la finale del torneo di tennis ATP Finals a Londra, e quest’anno a sfidare i campioni più forti (partecipano i primi otto tennisti della classifica mondiale) ci sarà anche il nostro Matteo Berrettini, terzo italiano di sempre a partecipare all’evento.

Ma cosa sappiamo di personale del numero otto al mondo?

Chi è Matteo fuori dal campo? Del lato “privato” di Matteo, ne ha parlato in un’intervista all’Agi il suo mental coach Stefano Massari, che lo conosce molto bene: “Legge tanto: Bunker, che dal carcere raccontava storie crude, Bukowski e Hemingway. Ma Matteo adora anche il cinema, i film di Tarantino, di Kubrick, ma anche Sergio Leone, fino a Sorrentino e Moretti”.

L’amore per la collega. Matteo Berrettini è anche famoso per aver fatto breccia nel cuore di una sua bellissima collega, la tennista croata (ma naturalizzata australiana) Alja Tomljanovic. 26 anni e alta un metro e ottanta per 67 chili, Alja è stata anche la fidanzata di un altro tennista professionista, Nick Kyrgios. Insomma, ha una vera passione per i campioni!

Ha bruciato le tappe. A otto anni il giovane Berrettini inizia a imbracciare la racchetta, ma a dieci voleva già smettere con il tennis per dedicarsi al basket. Ma per fortuna il fratellino Jacopo, due anni più giovane, lo convinse a non demordere. E ha fatto bene: Matteo a soli 23 anni è diventato il più giovane tennista italiano a qualificarsi per le finali del Master, ed è al terzo posto nella classifica di tutti i tempi per quanto riguarda gli italiani: meglio di lui hanno fatto solo Adriano Panatta, quarto nel 1976, e Corrado Barazzutti, settimo nel 1978.

Un fan eccezionale: Rafa Nadal. Al termine del match contro lo spagnolo Rafa Nadal, attualmente numero uno al mondo, Matteo Berrettini era al settimo cielo per la partita, persa ma comunque giocata con tutte le sue forze. Ma era felice anche per le parole d’elogio del collega: “Matteo è giovane, ed è già tra i migliori giocatori al mondo”. Niente male, davvero.

Tifoso della Fiorentina… e del basket. Berrettini, romano, non tifa per le squadre di casa, Roma o Lazio. Infatti Matteo è un grande fan della Fiorentina: suo nonno Piero gli ha tramandato questa passione. Amante anche di pallacanestro, Berrettini segue il campionato americano, l’NBA e ha come idolo LeBron James.

 



Potrebbe interessarti anche