Beauty

Pelle secca, addio: 10 maschere in tessuto per brillare (anche) in ufficio

Beatrice Trinci
4 Settembre 2019

Pratiche, veloci, non sporcano e non si risciacquano. Sono innumerevoli i pregi che hanno fatto delle maschere viso in tessuto il vero must have della skincare.

Piccoli elisir di bellezza istantanea, in versione tascabile, che mandano in visibilio ogni beauty case e che soprattutto in questo periodo, tra i postumi dei bagni di sole, il caldo sulla pelle e la preparazione ai primi freddi autunnali, diventano indispensabili per conservare il più a lungo possibile quel tanto amato effetto glowing che sa ancora d’estate – anche dietro la scrivania.

Prime portatrici sane delle cosiddette sheet masks sono state le donne coreane, conosciute anche come amanti di un’epidermide tanto perfetta e uniforme da riflettere la luce. Un rituale estetico che presto ha lasciato l’Oriente per espandersi e posarsi con decisione anche sui nostri volti, fornendoci soluzioni comode e funzionali per sfoggiare quotidianamente il lato più irresistibile di noi stesse.

Da La Mer a Dr. Jart, da Estée Lauder a Collistar, fino alla più democratica Garnier, trovare il prodotto più adatto alla propria pelle non è mai stato così semplice. La scelta, infatti, è varia e completa: idratare, energizzare, purificare, rigenerare o regalare un effetto lifting anti-age senza chirurgia, qualunque siano le vostre necessità, le maschere in tessuto sono pronte all’uso.

D’altronde bastano soli 15 minuti e les jeux sont faits. Il minimo sforzo per il massimo risultato. Sfogliate la gallery per scoprire le 10 sheet masks da provare ora per brillare anche in città.