Pensioni si cambia, novità per i lavoratori esodati e i precoci

staff
18 gennaio 2012

Modifiche sulle pensioni e sui lavoratori “esodati” e i “precoci”. E’ stato presentato un pacchetto di emendamenti al dl Milleproroghe, nelle commissioni Bilancio e Affari costituzionali della Camera, da parte dei relatori Gianclaudio Bressa (Pd) e Gioacchino Alfano (Pdl).

Secondo l’emendamento, gli “esodati”, ossia i lavoratori che, accettando incentivi economici dall’azienda in crisi, si sono licenziati con la prospettiva di andare in pensione entro i successivi due anni e che, con le nuove norme, hanno visto svanire questa possibilità, potranno invece accedere al trattamento pensionistico. Vengono però fissate alcune condizioni: la data di cessazione del rapporto di lavoro deve risultare da elementi “certi e oggettivi” e il lavoratore “alla data di risoluzione del rapporto di lavoro deve risultare in possesso dei requisiti anagrafici e contributivi che, in base alla previgente disciplina pensionistica, avrebbero comportato il conseguimento del trattamento entro un periodo non superiore a 24 mesi”.

“Stiamo valutando i profili di copertura”, ha detto il sottosegretario all’Economia, Gianfranco Polillo, a margine dei lavori delle commissioni. Il sottosegretario non ha riferito le intenzioni del governo sulla proposta dei relatori. L’esame degli emendamenti nelle commissioni prenderà il via oggi e il via libera è atteso giovedì.

 

Fonte: TMNews