News

PFW primavera-estate 2020 al via: ecco cosa ci attende

Martina D'Amelio
23 Settembre 2019

Il finale di Dior FW19/20

Nell’ultimo giorno di MFW, la Paris Fashion Week scalda i motori: da oggi fino al 1 ottobre, la ville Lumiere accoglie le collezioni prêt-à-porter donna per la primavera-estate 2020. Tra sfilate attesissime, debutti e nomi nuovi, ecco cosa ci aspetta.

Nel calendario ufficiale della Fédération de la haute couture et de la mode figurano ben 77 sfilate, e come sempre i nomi dei big risuonano altisonanti – anche se ci sono anche 8 nomi emergenti. La più lunga delle settimane della moda (ben 9 giorni) si apre con i nuovi talenti, a partire dallo stilista giapponese Mame Kurogouchi e Kimhékim, e poi Rokh, il designer coreano che ha vinto l’LVMH Prize nel 2018. In serata inaugura anche lo store di Zimmermann in rue d’Artois. Il 24 la line-up parte in quarta con la giovane stilista francese di soli 26 anni Marine Serre, seguita da Dior e Saint Laurent. In giornata è in arrivo direttamente da New York anche Telfar.

Il 25 sarà la volta di Lanvin (con Sialelli alla seconda prova), Mugler, Maison Margiela, Rochas, Lemaire e Courreges, mentre il 26 si apre con Chloé e si continua con Paco Rabanne, Rick Owens e Isabel Marant, per finire con Off-White (che sfilerà lo stesso nonostante la pausa presa da Virgil Abloh a causa di un esaurimento nervoso) e il party di Dundas x RTA all’hotel Bourbon.

Venerdì 27 settembre arrivano Loewe, Nina Ricci (con la coppia di designer olandesi Rushemy Botter e Lisi Herrebrugh al secondo show), Balmain, Issey Miyake (che debutta con il nuovo direttore creativo Satoshi Kondo), Yohji Yamamoto e Hedi Slimane con la sua Celine. Sabato 28, si va sui grandi classici con Altuzarra, Elie Saab, Cedric Charlier, Comme des garçons e Hermès. Domenica 29, Balenciaga, dall’America Thom Browne, Valentino e Givenchy, mentre lunedì saranno sotto i riflettori Stella McCartney, Giambattista Valli e Alexander McQueen.

Tocca a Chanel (che per la prima volta andrà in scena il prêt-à-porter donna senza il contributo di Karl), Miu Miu, Lacoste (per la seconda volta disegnata da Louise Trotter) e Louis Vuitton chiudere questo ricchissimo schedule il 1 ottobre.

Tra le presentazioni, spiccano quella di Patou (25 settembre): la Maison viene rilanciata quest’anno da LVMH dopo con il nuovo designer Guillame Henry. E poi Coperni, l’etichetta creata da Sébastien Meyer e Arnaud Vaillant e riportata in vita dal duo dopo la loro dipartita da Courrèges nel 2017.

Mesdames et Messieurs, le spectacle va commencer…



Potrebbe interessarti anche