News

Philipp Plein investe sull’Asia con nuova boutique a Singapore

Beatrice Trinci
19 Maggio 2019

Philipp Plein punta sull’Asia, conquistando il Far East con l’apertura di una nuova boutique a Singapore, all’interno del Marina Bay Sands Resort, casinò-resort nominato nel 2010 come il più costoso al mondo.

Situato nell’edificio a tre torri progettato da Moshe Safdie, il punto vendita occupa una superficie di 240 metri quadrati, che accoglie su due livelli le intere collezioni di abbigliamento e accessori uomo e donna dell’audace ed eccentrico marchio fondato dall’omonimo stilista tedesco nel 2008. Nello specifico, progettato dall’architetto Claudio Pironi, il primo piano è dedicato al menswear in uno spazio ad alto tasso rock, dove un grande teschio di cristalli Swarovski – icona del brand – dà grinta all’ambiente, ulteriormente arricchito da display a nido d’ape che ospitano le collezioni eyewear e opulenti lampadari di Murano. A completare la sezione maschile gli accessori, tra cui selleria, piccola pelletteria, sneakers e cinture.

Un’imponente scala in marmo nero, poi, collega il reparto uomo al womenswear, dove l’abbigliamento e gli accessori si fondono in un unico open space dalle pareti bianche.

Quella di Singapore segna un’importante tappa nella crescente strategia di espansione retail di Philipp Plein, che ad oggi conta in Asia già 34 monomarca tra Cina, Hong Kong, Corea e Thailandia.



Potrebbe interessarti anche