News

Pitti: la mostra di Stefano Pilati non si farà. E si salva in corner

Martina D'Amelio
29 marzo 2018

Doveva essere l’evento di apertura del prossimo Pitti Uomo: la mostra “Evoluzione-Involuzione-Rivoluzione / Tre decadi di moda maschile” di Stefano Pilati non si farà più. E il salone del menswear si salva in corner: al suo posto, un evento dedicato al calcio.

L’exhibition del designer fiorentino, molto attesa dagli addetti ai lavori, è stata cancellata a causa di “sopraggiunti inderogabili impegni dello stilista”. Questo ha portato Fondazione Pitti Immagine Discovery a riprogrammare il progetto di curatela dedicato alla moda maschile, che vedrà luce con un’impostazione diversa nell’estate 2019. Intanto, Pitti Uomo gioca facile con un appuntamento culturale nel corso del salone dedicato all’uomo (12-15 giugno): così, all’interno del Complesso di Santa Maria Novella, sarà realizzata l’esposizione “Fanatic Feelings – Fashion Plays Football”, curata da Markus Ebner, fondatore di Achtung Mode e Sepp Football Fashion, e dal critico d’arte contemporanea Francesco Bonami. 

L’exhibition mostrerà le molteplici relazioni tra il mondo del calcio e quello del menswear, nonostante l’Italia non prenderà parte ai Mondiali previsti in Russia proprio in concomitanza con la fiera.

Ma come mai Pilati ha dato forfait? Si susseguono i rumors in merito a questi “inderogabili impegni”: il designer infatti è libero da incarichi, dopo la rottura con Ermenegildo Zegna, mentre l’iniziativa auto-prodotta Random Identities, di cui aveva dato l’annuncio tramite social, non ha ancora assunto contorni ben definiti.

Che il designer sia sul punto di fare nuove scelte stilistiche? Intanto ai visitatori di Pitti non resta che darsi al pallone, in mostra fino al 22 luglio 2018.


Potrebbe interessarti anche