Musica

Prima della Scala: Giovanna d’Arco

Alberto Corrado
7 dicembre 2015

TEATRO ALLA SCALA INTERNO

Nel nome di Giuseppe Verdi si alza oggi alle 18 il sipario sulla nuova stagione scaligera raccontando, con la regia di Moshe Leiser e di Patrice Caurier, la storia di quella che è un eroina nazionale francese venerata come santa dalla Chiesa Cattolica.

La scelta è caduta su un titolo quasi assente da ben 150 anni dal Teatro alla Scala come “Giovanna d’Arco”, opera in un prologo e tre atti del giovane Giuseppe Verdi, dalla durata complessiva di due ore e venti minuti, incluso l’intervallo, tratta dal dramma “La Pulzella d’Orleans” di Friedrich Schiller.

013_K61A3052

La serata verrà trasmessa ad ingresso libero e gratuito, anche in diversi punti della città, dalla Teatro Dal Verme all’Ottagono della Galleria Vittorio Emanuele, dal Carcere di San Vittore alla Triennale, dall’Auditorium della Regione al Wow Spazio Fumetto dove sarà possibile vedere anche una mostra a tema.

Si potrà anche ascoltare alla radio sulle frequenze Rai-Radio3, sul Circuito Euroradio e sul piccolo schermo Rai5, oltre a Rai HD canale 501, a partire dalle 17,30.

L’opera diretta da Riccardo Chailly, è interpretata dal soprano Anna Netrebenko, nel ruolo del titolo, dal tenore Francesco Meli e dal baritono Devid Cecconi. Repliche fino al 2 gennaio.


Potrebbe interessarti anche