News

Proenza Schouler ritorna alle origini

Martina D'Amelio
16 Novembre 2018

In un mondo fashion costellato di vendite a gruppi e grandi label, Jack McCollough e Lazaro Hernandez si riprendono il loro brand.

I fondatori di Proenza Schouler hanno infatti riacquistato la proprietà, ricomprando le quote cedute nel 2015 al fondo Castanea. L’operazione di riappropriazione è stata resa possibile grazie all’intervento di investitori privati: una nuova iniezione di capitale che permetterà al marchio americano di espandersi a livello mondiale.

Non potremmo essere più felici di avere, ancora una volta, piena autorità sul nostro marchio. Siamo entusiasti di intraprendere questo nuovo capitolo di Proenza Schouler, e siamo lieti del team che abbiamo riunito e che, insieme a noi, contribuirà a portare il business al massimo”, hanno dichiarato i due stilisti.

Il board infatti è stato completamente ricostruito: il nuovo amministratore delegato è Kay Hong, mentre Mary Wang è la nuova chief operating officer. Jonathan Friedman è stato scelto come chief financial officer ad interim. Tutti, insieme a Jack McCollough e Lazaro Hernandez, si occuperanno di sviluppare la linea di prêt-à-porter, quella di pelletteria e la linea casual Pswl, oltre agli accordi di licenza con Onward Luxury Group e L’Oreal Luxe.

Fondato nel 2002 dai due diplomati alla Parsons School of Design, ora Proenza Schouler si appresta a fare il grande salto, da marchio di nicchia a brand globale. Ci riuscirà?