Luoghi

Pug Cafè: da Londra a Kyoto, i locali che faranno impazzire gli amanti dei carlini

Virginia Francesca Grassi
22 ottobre 2018

Quella dei neko cafè, i locali tutti fusa dove è possibile passare il tempo in compagnia di affettuosi micioni (e a volte ci si può persino dormire assieme!), è ormai una realtà più che affermata, che dal Giappone è volata anche in Italia e nel resto del mondo. Per la felicità dei gattari di ogni dove. E gli amanti dei cani? I dog cafè non sono certo così alla moda – ma, attenzione: solo per ora.

Londra si è già attrezzata: Pug Cafè, ad esempio, organizza eventi pop up per trascorrere il tempo in caffetteria comodamente seduti con i nostri amici a quattro zampe, tra leccornie e beverage rigorosamente dog-friendly. Ci sono già stati diversi incontri a tema: tutto è cominciato con il Pug day dedicato ai carlini, seguito a ruota da bassotti e bulldog francesi. L’ultimo si è tenuto lo scorso weekend per festeggiare Halloween in anticipo: un tripudio musetti buffi e codini che spuntavano da costumi orrorifici di ogni genere.

E se vi sentite già sciolti davanti a tanta tenerezza, sappiate che c’è di più: in realtà è Kyoto ad essere la città pro in questo senso. Mentre nella capitale britannica la formula dei dog days dura il tempo di una pausa golosa tra pup-corn, pupcakes e pupcinos (pop corn, cupcakes e cappuccini tutti per fido), è la metropoli nipponica ad aver visto nascere il primo cafè permanente dedicato agli amanti dei cani, e in particolare dei carlini.

Affettuosi, pigri, un po’ tontoloni e innegabilmente buffi, tra i loro fan contano anche diversi nomi celebri, come Valentino Garavani ed Andy Warhol. Per non parlare delle migliaia di pagine sui social dedicate proprio a loro. Un esempio? Provate a dare un’occhiata al profilo di Doug the Pug, 3,6 milioni di followers solo su Instagram.

Nessuno stupore dunque se il Living Room – Pug Cafè di Kyoto sia diventato in breve tempo uno dei posti più amati della ex capitale giapponese. Sarà per il grado di coccolosità assoluta del locale o per la sua vocazione decisamente instagrammabile, ma la caffetteria sta riscuotendo molto successo, e non sono pochi i turisti che decidono di aggiungerla tra le tappe del loro viaggio nel Paese del Sol Levante.

Ad accoglierli, i dodici carlini della casa, pronti a regalare la loro adorabile compagnia agli avventori – leccatine, sniffate e russate di rito comprese, certo. Tra una colazione e una merenda si può infatti giocare con i cuccioli, coccolarli (ma, attenzione, è proibito dalle regole sollevarli da terra: si possono prendere in braccio solo se sono loro a volerlo) e anche presentarli ai nostri pet-friends portati da casa (a patto che siano sani, puliti e abituati a stare con altri animali).

Occhi a cuoricino garantiti.


Potrebbe interessarti anche