Fitness & Wellness

Purificarsi con sauna, terme e bagno turco

Alessio Rinelli
18 marzo 2013

I benefici offerti dalle fonti termali, cari amici, non sono certo una scoperta recente.
Sin dagli albori della storia l’acqua è stata considerata l’elemento essenziale, fonte di creazione del cosmo intero.
Per molti popoli, quali gli egizi, i greci e i finnici, le sorgenti, i laghi e i fiumi erano spesso oggetto di culto e di sacrifici propiziatori.
Già nei tempi più antichi, la sacralità delle acque era spesso associata all’attività terapeutica, come nel caso del Giordano e del Nilo, l’immersione nei quali aveva la funzione di curare i mali corporei e quelli spirituali.
Si ritiene che presso i romani le prime acque impiegate in virtù della loro azione terapeutica fossero le Aquae Albulae: molti autori testimoniano le notevoli proprietà curative e le particolari caratteristiche di queste acque.
Le terme romane erano formate da più ambienti che costituivano il percorso da compiere durante il bagno termale: il calidarium, il frigidarium e il tepidarium, così chiamati a seconda della temperatura dell’acqua presente.

Sauna e bagno turco

La sauna è nata in Finlandia, dove veniva praticata già nel 1100, ma si crede abbia origini ancora più antiche in svariati Paesi del mondo. La sauna si svolge solitamente all’interno di un box di legno dove alcune resistenze o bruciatori portano la temperatura tra gli 80 ed i 100 gradi centigradi. La percentuale di umidità è molto bassa, sempre tra il 10 e il 20%.
Il nostro corpo reagisce all’elevata temperatura dilatando i pori dell’epidermide ed aumentando la sudorazione per favorire la dispersione di calore verso l’esterno. Basta un semplice bagno di calore per far traspirare ed eliminare, attraverso il sudore, le tossine e i rifiuti della pelle. La sauna ha dunque un effetto tonificante e rilassante e riduce lo stress: l’aumento della temperatura corporea ha effetti benefici sulla muscolatura, che si rilassa e diminuisce la propria tensione. La sauna può anche avere effetti psico-terapeutici e combattere dolori, ansia e depressione favorendo il senso di rilassatezza. IMPORTANTE: non ha effetti sul dimagrimento, ma l’aumento della circolazione sanguigna e lo smaltimento di tossine può favorire indirettamente la riduzione dell’adiposità. Il peso che si perde normalmente durante la seduta è legato alla sola perdita di liquidi con il sudore.

Il bagno turco, invece, è un trattamento che si svolge in un locale dove l’umidità relativa è del 100%, a formare una nebbia dalla temperatura stratificata, da 20/25 gradi al livello del pavimento fino a 40/50 gradi all’altezza della testa. Il bagno turco possiede, più o meno, gli stessi effetti della sauna: disintossica in profondità e, quindi, rende la pelle luminosa e trasparente ed i tessuti maggiormente elastici. Il bagno di calore, inoltre, favorisce il rilassamento e aiuta il sonno notturno; infine, vengono migliorate la circolazione sanguigna e linfatica e aumenta la attività della pelle, dei tessuti e delle ghiandole. Non esiste un momento adatto per fare un bagno di vapore; è comunque indispensabile, per godere dei benefici, avere tempo per praticarlo correttamente e con calma.

Alimentazione e controindicazioni
Mangiare e bere prima e dopo la sauna è importante. Per quanto riguarda l’alimentazione, è più che sufficiente uno spuntino leggero con yogurt e frutta. Riguardo le bevande, sappiate che con il sudore nella sauna si disperdono i liquidi corporei e i sali minerali. Diventa quindi fondamentale reintegrare quanto perso. Sono messe al bando le bevande zuccherate, stimolanti e, soprattutto, quelle alcoliche, non solo durante, ma anche prima e dopo la sauna. Tra le bibite indicate ci sono acqua non gasata, tisane di lampone, malva, ortica, tiglio, succhi di frutta o di verdura. Il momento più indicato per bere è, comunque, dopo la sauna.
Saune e bagni turchi hanno alcune controindicazioni, in particolare per quanti soffrono di ipertensione arteriosa o venosa, sindromi polmonari o cardiache in generale, e problemi di circolazione. L’elevata temperatura e umidità di sauna e bagno turco sovraccaricano temporaneamente il cuore e lo portano a lavorare molto intensamente, per questo il tempo di permanenza nella camera del vapore non deve assolutamente superare i 15 minuti.