Beauty

Quando lo schiaffo diventa un alleato beauty

Alessandra Cesana
9 maggio 2018

Si chiama face slapping e consiste nel prendersi (dolcemente) a schiaffi: è il nuovo trattamento anti-age, letteralmente a portata di mano! Anche questo trend arriva dall’Oriente, più precisamente dalla Thailandia, ma non è la prima volta che ne sentiamo parlare. Ripercorriamo dunque il momento in cui lo schiaffo è stato riconosciuto come un importante alleato beauty.

Tata Rassameesaitarn durante il trattamento

Il face slapping è stato inventato dalla thailandese Kung Khemika. Dopo aver appreso da lei la tecnica, è l’estetista e massaggiatrice originaria di Bangkok, Tata Rassameesaitarn, a esportarlo negli Stati Uniti, introducendolo come trattamento anti-age nel suo salone di bellezza a San Francisco, per la cifra di ben 350 dollari a seduta. Questo accade più di cinque anni fa, ma torniamo ora a parlare di questa singolare pratica di bellezza perché le fondatrici del noto sito dedicato alla skincare, Glow Recipe, lo hanno reso alla portata di tutti. Stiamo parlando delle coreane Sarah Lee e Christine Chang, che promuovono una versione più dolce e meno dolorosa rispetto a quella thai, la cui grande novità sta nel poterlo fare da sole, seguendo i loro consigli. Scopriamoli!

Uno degli insegnamenti della K-Beauty riguarda l’importanza, non solo del prodotto che utilizziamo, ma del metodo di applicazione dello stesso. Ecco quindi che, dopo aver deterso il viso, si utilizza la tecnica del face slapping per far assorbire creme e sieri, andando così a potenziare le loro proprietà. Sarah e Christine spiegano che, utilizzando i polpastrelli, bisogna esercitare una lieve pressione sul viso, partendo dal basso con rapidi movimenti circolari. Gli effetti? Nell’immediato la pelle sarà più tonica e dal colorito sano grazie all’aumento della microcircolazione. A lungo termine ciò porterà al rinnovo cellulare e quindi alla tanto desiderata azione anti-età. Provare per credere!


Potrebbe interessarti anche