Leggere insieme

Qui ci sono le altalene

Marina Petruzio
23 Febbraio 2019

Ballata alla vita è scritto a mano come il titolo, sotto e solo sulla pagina interna. È scritto con un tratto sottilissimo, leggero e fragile. Sulla cover solo il titolo “Qui ci sono le altalene”, una ballata alla vita di Monica Morini incredibilmente illustrato da Eva Sánchez Gómez e pubblicato grazie alla sensibilità di Giuliana Fanti di EdizioniCorsare.

Esistono luoghi dove sai di dover entrare piano perché lì la vita è fragile, come una foglia, perché l’attesa è appesa in precario equilibrio, come una foglia lì lì per prendere il volo. Luoghi dove ogni battito, ogni respiro, ogni piccolo suono, sibilo, ticchettio, luce, sono preziosi oltre ogni dire, quando aggiungono un attimo a un piccolo corpo non finito perché semplicemente, e accidentalmente, nato prima. Prematuro. E mentre una vita si sviluppa altre si fermano. Esistono luoghi dove piccole comunità, di grandi e piccini oltre ogni dire, imparano a vivere insieme lunghi silenzi, accomunate da emozioni grandi così, su altalene che vanno e vengono a volte lentissime altre un po’ meno. In quei luoghi i pensieri sono silenti e al tempo stesso così udibili. Sono i pensieri di chi su quell’altalena, metafora di infanzia felice, si vedeva già spingere il proprio piccino, pensieri che corrono là, ai giardinetti, per quando sarà, perché arriveranno quei giorni. E lì, in quell’attesa sospesa, i pensieri si fanno leggeri, dolcemente rumorosi come quando aperta una finestra a primavera un vento buono per non rabbrividire porta il suono felice dell’infanzia che gioca e chiacchiera là ai giardinetti, e allora è come se quei pensieri uscissero sospinti dalla dolcezza di quella ballata alla vita e da trasparenti si tingessero dei colori sfumati e gentili delle matite di Eva Sánchez Gómez che quei pensieri li racconta, illustrandoli, vivaci, dinamici in pagine senza parole.

Se è vero che l’albo illustrato racconta di luoghi, li definisce, ne rende visibili i confini, in questo albo il dentro e il fuori sono al tempo stesso reali e immaginari.

Due testi che viaggiano con metriche differenti uniti dal ritmo della ballata dove le immagini danzano con le parole, dove il pensiero interrotto corrisponde a un rientro, luci offuscate, colori notturni, corpo nudo, rami che fanno da ponte per rientrare da quella finestra assolutamente immaginata, chiuderla per annusare ancora l’odore di quel vento buono. In quel dentro di piccoli battiti, impercettibili respiri, suoni ovattati, sibili, ticchettii e luci.

In quel fuori dove la vita pulsa tutto è possibile come arrivare su una bicicletta, pedalando a piedi nudi, in prossimità di una pozzanghera e lì decidere di tuffarcisi dentro, una piccola rincorsa, un salto e giù tra mille bolle in un dove azzurro e giallo, sfumato al verde di un albero incredibile ai cui piedi un altro bambino attende. Si sale assieme. Si scalano assieme quei rami sino ad arrivare a quello abitato da altri bambini, indiani alcuni con piume sulla testa, altri musicanti, indigeni ma non importa con chi o come quando l’infanzia gioca immersa in universi inesplorati, osservatori di vita dalle mille sfaccettature dove l’improvvisazione è fonte di quella ricerca profonda di un divertimento sano e spensierato, esplorativo e conoscitivo. Dove il tempo si prende tempo, quanto tempo è passato da quel tuffo, quanto dallo schiudersi di quel pensiero soave, che porta fuori almeno sino a sera, sino al tempo di dover salutare per rientrare. È un albo sospeso ma pieno di quella vita e di quelle parole difficili da dire ma che quando si trovano curano, incoraggiano, come scrive Monica Morini nelle ultime pagine: “Le parole non guariscono ma curano, le formule della vita stanno chiuse dentro il soffio di una voce che incoraggia, dentro memoria di vita impastata d’immaginazione. Tutti ne abbiamo bisogno”. Come delle altalene.

Un albo per dirle quelle parole, per raccontare quell’esperienza e la vita che vi scorre dentro. Un albo per i grandi che leggono a se stessi come ai bambini.

 

 

Qui ci sono le altalene
Ballata di Monica Morini illustrata da Eva Sánchez Gómez
edito Edizionicorsare
euro 18
Età di lettura: per gli adulti che leggono a sè stessi come ai bambini

 



Potrebbe interessarti anche