Lifestyle

Rankin Unfashionabe. L’irriverente e il curioso

Elisa Monetti
12 Novembre 2018

A celebrare i 30 anni di carriera, Rizzoli pubblica un grande omaggio dedicato a uno dei fotografi più influenti del mondo contemporaneo: arriva in libreria “Rankin Unfashionabe”.

L’artista britannico ha personalmente curato l’edizione del volume con contributi di grande valore raccolti dalle più brillanti personalità che ha avuto modo di incontrare durante questi anni nel mondo dalla fashion photography: Andrew Gallimore – makeup artist, Katie Grand – Stylist ed editrice, Jefferson Hack – Co-fondatore di Dazed & Confused e AnOther, due grandi progetti realizzati con lo stesso Rankin.

“Unfashionable” è la prima retrospettiva interamente dedicata al lavoro del fotografo nel mondo della moda: dai primi scatti in bianco e nero degli anni ’80 fino a quelli più maturi usciti nel corso degli ultimi anni. Il quadro che va a comporsi scorrendo le pagine è quello di una carriera ricca di successi, durante la quale Rankin non ha mai perso quello spirito creativo capace di tenerlo sempre sulla cresta dell’onda.

Tre decenni che sfociano nell’oggi: un mondo pieno di influencer in cui le influenze rischiano di essere passeggere, lunghe giusto quei 15 minuti di celebrità di cui parlava Andy Warhol. In questa contemporaneità, dove diventiamo tutti gocce sempre più piccole in un mare sempre più grande, Rankin continua, con inesauribile energia, a trovare la voce per farsi ascoltare e lasciare un segno duraturo.

Ma quali sono i toni che lo caratterizzano, capaci di lasciare che ogni sua nota si distingua dal coro?

Certamente l’ironia, l’irriverenza, la sfrontatezza, il gusto per lo sberleffo divertito che animano di passione ogni suo progetto. Ma non solo.

La grande protagonista, evidente in ogni suo scatto, è la curiosità di voler rendere ogni sua fotografia un terreno su cui incontrare l’uomo. Ed è esattamente questo desiderio che ha guidato il suo obiettivo, nel corso degli anni, a cercare modelli sempre più vari: donne, soprattutto, che abbiano qualcosa da dire al di là della bellezza estetica. Personalità affascinanti per la loro sostanza più che per taglia o età. Quell’umanità per cui le mode passano ma che non passerà mai di moda.

 

“Rankin Unfashionable” curato da Rankin, Rizzoli, pp. 320



Potrebbe interessarti anche