Beauty

Reverse balayage: è lo shatush alto la tendenza capelli più cool di stagione

Beatrice Trinci
4 Marzo 2020

Con l’arrivo della bella stagione alle porte, è ormai tempo di capovolgere – letteralmente – una delle tendenze beauty più indossate degli ultimi anni: è il reverse balayage il colore per capelli must-have della primavera-estate 2020.

Detta anche shatush alto, questa particolare tecnica di colorazione al contrario prevede di creare sfumature chiare alle radici, mentre le punte restano più o meno scure, a seconda del grado di drammaticità cromatica che si desidera ottenere. In altre parole, un originale tocco di lucentezza sottosopra, ideale per chi desidera sfoggiare un ribaltato effetto sun kissed dalle tonalità inedite.

Presentato per la prima volta via social nel 2018 dall’hairstylist Deryn Daniels, titolare del Chrome Salon di Evergreen, in Colorado, il reverse balayage trae ispirazione da celeb del calibro di Britney Spears e Beyoncé, che nei primi anni 2000 hanno calcato stage e red carpet sfoggiando chiome illuminate alla radice. Una tendenza capelli che oggi viene replicata nelle più svariate nuance, perfetta per le bionde che vogliono vedersi castane, ma anche per le more che pensano di dare un colpo di creatività alla propria testa.

I vantaggi dello shatush alto? Oltre ad accendere di luce il volto – ad ogni età – sfibra meno il capello, rendendolo più corposo e meno stressato rispetto a una decolorazione classica. Non solo, con i suoi riflessi naturali, la manutenzione del colore si fa semplice e rapida.

I colori su cui puntare? Caramello, sabbia e rame per le più chiare, cioccolato e mogano per le più scure; mentre le anime beauty più creative potranno optare per colori accesi e pop, in pieno mood estivo. Per un effetto hair-camouflage ad alto impatto visivo.



Potrebbe interessarti anche