News

Rinascente Duomo: tutto sul restyling dello spazio menswear

Martina D'Amelio
2 Maggio 2019

I nuovi spazi al secondo piano di Rinascente Duomo

I due piani dedicati a lui di Rinascente in piazza Duomo a Milano sono stati oggetto di un accurato restyling: ecco tutto quello che ci aspetta nei nuovi spazi per lo shopping dedicati al menswear.

Post-Annex. Il rinnovo segue da vicino quello di Annex, il negozio adiacente dedicato alle proposte giovanili che ha da poco inaugurato al secondo piano un intero spazio dedicato alle tendenze maschili. Se qui è possibile trovare tutti i campioni dello sportswear, come Helly Hansen, The North Face, Timberland, Patagonia, Adidas, Nike, oltre ai marchi dal piglio street, come Deus Ex Machina, Obey e Santa Cruz, i due piani del main building dedicato all’uomo non sono stati solo oggetto di un rinnovamento architettonico, ma hanno anche accolto diversi brand.

Il nuovo primo piano. Al primo piano, tutti gli appasionati di luxury fashion continueranno a fare spese folli da Gucci e Fendi, ma troveranno ora ad attenderli sul perimetro gli shop-in-shop di Burberry, Balenciaga, Thom Browne, Alexander McQueen, Dsquared, Valentino, Off/White, Dior, Gucci, Dolce e Gabbana, Givenchy e Moncler. Celine arriverà a luglio in esclusiva. Il centro resta a discrezione di marchi avant-garde come Acne studios e Loewe, ma arrivano anche Palm Angels, Marcelo Burlon e Gcds, i brand menswear sulla cresta dell’onda.
Nuova vita anche allo spazio accessori, che si amplia grazie a Montblanc, Bally, Zanellato e Borsalino. E le calzature? L’area sneakers accoglie Raf Simons, Stone Island, P448, Filling pieces e Arkk. I vari corner sorgono in uno spazio che è rimasto essenzialmente fedele al concept di Mubai Studio, caratterizzato da materiali come il teak, integrato da lampadari in ottone disegnati da Michael Anastassiades.

Il nuovo secondo piano. L’ortogonalità del concept realizzato dallo studio Dordoni è mantenuta: a cambiare è soprattutto la proposta per l’uomo contemporaneo, che oltre ai corner di Salvatore Ferragamo, Church’s, Tod’s e Hogan si amplia con un’area ad hoc dedicata ai marchi simbolo della manifattura italiana. Tra questi, a farsi largo in Rinascente, Moreschi, Marsell, Buttero e Andrea Ventura. Tra le proposte formali arrivano invece i brand inglesi specializzati in calzature John LobbCrockett & Jones, Edward Green e Tricker’s, fianco a fianco a Astorflex, Dr Martens, Timberland e Wally Walker. Il casualwear spazia dal tempo libero a quello dell’ufficio, con marchi come Emporio Armani, Paul Smith, Brunello Cucinelli, Ermenegildo Zegna, Etro, Hugo Boss, Corneliani e Lacoste. Nuova vita anche alla maglieria con Fedeli e Drumhor, Scaglione e Gransasso, mentre i jeans avranno presto il loro corner firmato Jacob Cohen. Rinnovati risultano anche i reparti camiceria e underweaer, il primo con l’arrivo di Barba e Alessandro Gherardi,  il secondo con un nuovo concept contemporaneo e un ampliamento della proposta beachwear per lui.

Insomma, Rinascente è sempre più maschile: e si evolve proprio come gli uomini di oggi, che chiedono un’offerta variegata e alla moda. Non resta che programmare la prossima tappa di shopping.



Potrebbe interessarti anche