News

Roberto Cavalli ora parla arabo

Martina D'Amelio
3 Dicembre 2019

Un’immagine della sfilata Roberto Cavalli FW19/20

Dopo mesi di trattative, il consiglio di amministrazione di Clessidra trova finalmente un accordo per la cessione della Maison Roberto Cavalli. Che ora passa nelle mani di Hussain Sajwani.

Il presidente della società con sede a Dubai, Damac Properties, chiude il deal sull’azienda toscana, perpetrato attraverso la sua società d’investimento privato Vision Investments. “La società d’investimenti con sede negli Emirati Arabi Uniti è risultata il miglior offerente tra le varie entità che si stavano contendendo il brand”, si legge in una nota (ovvero la Otb di Renzo Rosso e gli americani di Bluestar Alliance). Parlando dell’acquisizione, Hussain Sajwani ha dichiarato invece: “Siamo entusiasti di portare avanti l’incredibile storia del brand Roberto Cavalli. Credo che il brand sposi perfettamente la nostra idea di lusso. Sono lieto di annunciare che la transazione si è svolta senza intoppi e che assicureremo la stabilità del management. Il nostro obiettivo è detenere brand dal prestigio internazionale, e questa acquisizione segna un passo significativo nella nostra strategia”.

Vision Investments è parte del gruppo Dico, che detiene investimenti in ogni ramo, dal mercato finanziario all’immobiliare, dagli hotel ai resort, dalla manifattura al catering. E che adesso getta le basi per diventare anche un leader nel settore moda. Come ha fatto a spuntarla sugli altri interessati? Di sicuro si parla di cifre – non divulgate – da capogiro. Ma è pur vero anche se si annovera un precedente tra le due realtà: divenuto già nel 2011 licenziatario del marchio Just Cavalli, il gruppo ha in atto una partnership firmata nel 2017 con la casa di moda, che già sviluppa gli interni di hotel di lusso della società d’investimenti tramite il brand “Aykon Hotels with interior design by Roberto Cavalli”. La nuova acquisizione è quindi in realtà un’evoluzione di un rapporto già in atto, anche se il mondo ora si chiede più che altro quali saranno gli sviluppi futuri del marchio in ambito fashion. Un lieto fine da “mille e una notte”?

 



Potrebbe interessarti anche