Cinema

Robin Hood, l’origine della leggenda: è tutta un’altra storia!

Chiara Di Leva
22 novembre 2018

Ogni eroe ha la sua leggenda, Robin Hood ne ha più di una e da qui nasce la sua storia.

Tra realtà e finzione, pare che la storia del celebre arciere inglese derivi da un intreccio di racconti popolari del XIII secolo. Non è certo e ci sono tantissime interpretazioni diverse su chi fosse: Robin Hood è davvero esistito o era un semplice bandito che si nascondeva nella foresta? Il dubbio continua a esserci, ma noi preferiamo credere alla fiaba più bella, quella con il lieto fine: lo scaltro Robin che rubava ai ricchi per dare ai poveri.

Nel nuovo film diretto da Otto Hathurst (famoso per la serie tv “Peaky Blinders”) troviamo una nuova chiave di lettura della storia di Robin Hood con toni decisamente più contemporanei, ma con la presenza di tutti i personaggi del racconto più classico: da Lady Marian (Eve Hewson) allo sceriffo di Nottingham (Ben Mendelson).

Qui però l’intera trama si sviluppa sul ritorno del giovane eroe dalle crociate nella sua terra d’origine, la contea di Nottingham. Dopo il suo rientro il nobile Robin di Loxley (Taron Egerton) scopre spiacevolmente le condizioni disastrose in cui si trova la sua terra, dominata dalla corruzione, dalla violenza e dalla miseria.

Tutte ottime motivazioni per intraprendere un piano di riscatto per la sua gente e per il suo amato paese, con l’aiuto fedele dell’amico mercenario John (Jamie Foxx).

Alla contea di Nottingham serve una svolta, qualcosa di straordinario in cui credere ed è così che nasce l’eroico Robin Hood.

Il resto della storia lo conosciamo; nel corso del tempo diversi registi e sceneggiatori hanno provato a rivisitarla a loro piacimento, ma ciò che differenzia più di ogni altra cosa la nuova pellicola è sicuramente la presenza del produttore più chiacchierato di Hollywood, Leonardo DiCaprio.

Il film riuscirà a centrare il bersaglio così come le frecce dell’abile Robin? Da oggi “Robin Hood – L’origine della leggenda” sarà disponibile in tutte le sale italiane.


Potrebbe interessarti anche