Arte

Roy Lichtenstein: la Pop Art alla Fondazione Magnani Rocca di Parma

Elisa Monetti
15 settembre 2018

Roy Lichtenstein, Crying Girl, 1963 © Estate of Roy Lichtenstein. SIAE 2018

Dall’8 ottobre al 9 dicembre la Fondazione Magnani Rocca a Mamiano di Traversetolo, in provincia di Parma, ospita una mostra straordinaria su uno degli artisti più creativi dell’intero periodo della Pop Art: Roy Lichtenstein.

Conosciuto in tutto il mondo per le sue opere, l’artista ha rappresentato un punto fondamentale dell’evoluzione di uno dei movimenti più importanti dello scorso secolo. Newyorkese di nascita, orienta fin dal principio il suo percorso di studi all’arte. Nemmeno trentenne tiene la sua prima mostra personale nella Grande Mela. E non è che l’inizio.

Già dalla fine degli anni ’50 inizia a inserire nelle sue opere quelle che poi saranno le linee ricorrenti della Pop Art. Sviluppa uno stile estremamente personale e versatile, una firma che non manca mai nelle sue opere: realizza ampie sezioni delle sue immagini a puntini regolari, realizzati usando un retino, a simboleggiare l’affollamento di immagini pubblicitarie frettolosamente stampate cui l’occhio viene quotidianamente sottoposto, un tema assai ricorrente nella Pop Art.

  • Roy Lichtenstein, Girl with Tear III, 1977, olio e vernice Magna su tela © Estate of Roy Lichtenstein, by SIAE 2018

  • Roy Lichtenstein, Sweet Dreams, Baby!, 1965 © Estate of Roy Lichtenstein / SIAE 201

  • Roy Lichtenstein, Little Aloha, 1962 © Estate of Roy Lichtenstein, by SIAE 2018

Tale cifra stilistica perdura lungo tutto il corso della sua carriera, a partire dalle immagini rievocatrici dello stile a fumetti, fino a quelle d’ispirazione più artistica, appartenenti ad una produzione più matura.

Un tema tanto distintivo quello dei puntini, da aver reso e continuare a confermare Roy Lichtenstein come una figura di riferimento per tutto il mondo, oltre che artistico, di grafica, pubblicità e design.

La mostra raccoglie 80 opere del maestro accostate ad altri numerosi capolavori firmati da suoi contemporanei quali: Andy Warhol, Mel Ramos, Allan D’Arcangelo, Tom Wesselmann, James Rosenquist e Robert Indiana. Altra grande opportunità sarà poi quella di vedere l’artista all’opera immortalato dagli obiettivi di Ugo Mulas e Aurelio Amendola, grandiosi fotografi italiani molto legati a Lichtenstein: un modo eccezionale per tuffarsi a rivivere le atmosfere dello studio.

 

Roy Lichtenstein e la Pop Art americana
8 settembre 2018 – 9 dicembre 2018
Fondazione Magnani Rocca, via Fondazione Magnani Rocca 4, Mamiano di Traversetolo (Parma).
Orario: martedì, mercoledì, giovedì, venerdì 10-18; sabato, domenica 10-19


Potrebbe interessarti anche