Gossip

Royal wedding: 10 cose sul matrimonio tra il Principe Harry e Meghan Markle

Clarissa Monti
4 dicembre 2017

Il principe di Galles è lieto di annunciare il fidanzamento tra il Principe Harry e Miss Meghan Markle”. Così la Casa Reale ha annunciato ufficialmente quello che è ormai diventato il matrimonio più atteso del 2018.

I rumors si inseguivano ormai da giorni: l’attrice, 36 anni, prima ha lasciato la serie tv Suits, di cui è stata protagonista per ben sei stagioni, poi ha traslocato, abbandonando la sua casa di Tornoto e trasferendosi a Londra. Negli ultimi tempi la si era vista girare per la capitale insieme alle guardie reali, un privilegio di cui solo i membri della famiglia di Sua Maestà possono godere.

Poi, la notizia ufficiale. E ovviamente la benedizione di tutta la famiglia, Elisabetta II in primis. La Regina e il Duca di Edimburgo si sono detti “Lieti per la notizia e augurano alla coppia ogni bene”; mentre William e Kate, in una nota diffusa da Kensington Palace, hanno commentato così: “È stato splendido conoscere Meghan e vedere quanto lei e Harry siano felici“.

Giorno dopo giorno, la vicenda si arricchisce di dettagli sempre più interessanti: dalla proposta che sembra uscita da una fiaba moderna alla storia del fortunato “pollo di fidanzamento”, dall’anello da capogiro agli invitati al matrimonio, fino al futuro degli eventuali figli della coppia. Ecco tutto quello che dovete sapere sul royal wedding più chiacchierato del prossimo anno!

Come è iniziata la favola. Durante un’intervista alla BBC, Meghan e Harry hanno raccontato di essersi conosciuti tramite un’amica comune: è stato amore a prima vista. Il primo appuntamento è stato nel luglio del 2016 a Londra, seguito da un viaggio in Botswana qualche settimana dopo. “In Botswana abbiamo montato una tenda sotto le stelle – ha spiegato Harry – Lei è venuta e ha passato con me 5 giorni, è stato fantastico. Il tempo passato da soli è stato cruciale per conoscerci meglio. Mi sono innamorato di Meghan praticamente subito. Tutto è stato semplicemente perfetto: lei è caduta nella mia vita e io nella sua“.

La proposta, tra pollo arrosto e diamanti. È stata Meghan a raccontare il momento in cui il principe le ha chiesto di sposarlo: “Era una serata come molte altre per noi. Stavamo semplicemente arrostendo un pollo, quando si è inginocchiato e me l’ha chiesto. Era così dolce, naturale e molto romantico. È stato un sì immediato“.

Il pollo, già. Una coincidenza? Forse non tutti sanno che nel mondo anglosassone sono in molti a credere al cosiddetto “engagement chicken”, il pollo di fidanzamento. Questa curiosa leggenda metropolitana vuole che nel 1982 la giornalista di moda Kim Bonnell, appena tornata dall’Italia, passasse la ricetta del pollo arrosto imparata durante il suo viaggio ad una collega che, dopo averla cucinata al fidanzato, le chiese subito di sposarlo. A questo punto tutte in ufficio chiedono la ricetta ed è un fioccare di fidanzamenti e proposte grazie al fortunato pollo. La storia cade poi nel dimenticatoio fino al 2003, quando la direttrice di Glamour Cindi Leive pubblica la ricetta sul giornale, battezzandola appunto “engagement chicken”.

L’anello. Harry non ha proprio voluto lasciare nulla al caso e infatti è stato lui stesso a progettare il disegno dell’anello di fidanzamento: in oro giallo (“il preferito di Meghan”, come ha detto il principe),con una pietra centrale proveniente proprio dal Botswana e due diamanti appartenenti alla collezione personale di gioielli di Lady Diana. Posto che un gioiello di questo genere è inestimabile, alcuni esperti interrogati dal Times lo hanno valutato intorno ai 200mila dollari.

– La coppia, come da nota ufficiale, continuerà a vivere nel Nottingham Cottage di Kensington Palace, dove il Principe risiede già da quattro anni e dove Meghan si è da poco trasferita. La residenza è piuttosto modesta rispetto allo sfarzo degli altri edifici di Palazzo Reale, ma è perfetta per i novelli sposi: il nido d’amore consta di due camere da letto, due bagni, un soggiorno e una piccola sala da pranzo con cucina, oltre ad essere a due passi da dove abitano il Principe William e Kate Middleton. Meghan ed Herry potranno così passare molto tempo con loro e con principini George e Charlotte, oltre che con il royal baby in arrivo.

– Ma passiamo ai fatti: quando saranno le nozze e dove? Il matrimonio tra Harry e Meghan è previsto per maggio 2018, dopo la nascita del terzogenito di William e Kate. Il luogo della cerimonia religiosa sarà la piccola cappella di San Giorgio, al Castello di Windsor, che “per loro è un posto speciale“, come ha spiegato il portavoce del principe.

Meghan diventerà british e verrà battezzata. Secondo i tabloid inglesi la coppia avrebbe incontrato in questi giorni l’arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, per chiedergli l’autorizzazione al matrimonio in Chiesa: l’attrice infatti è stata già sposata per 2 anni, con Trevor Engelson, ed è divorziata dal 2013. Prima della cerimonia Meghan verrà dunque battezzata e farà la cresima; inoltre a quanto pare prenderà la cittadinanza britannica, anche se nel frattempo terrà quella americana.

Una rivoluzione? L’ingresso di Meghan nella famiglia reale è una vera rivoluzione all’interno della monarchia inglese, probabilmente la più grande negli ultimi 80 anni. Il fatto che una donna non inglese e divorziata entrasse a far parte della royal family ha fatto storcere non pochi nasi a Windsor in passato: nel 1936 Edoardo VIII scelse di rinunciare al trono per poter sposare Wallis Simpson; un fatto gravissimo che portò poi Giorgio VI, il padre di Elisabetta, a diventare re. Più tardi, negli anni ’50, anche la sorella dell’attuale Regina, la principessa Margareth dovette rinunciare all’amore per Peter Townsend in quanto divorziato. Oggi Sua Maestà si trova a fare i conti con la stessa situazione, ma per fortuna i tempi sono cambiati e la benedizione sull’unione tra Harry e Meghan è arrivata.

Chi sarà invitato al royal wedding? Alla cerimonia sarà presente la famiglia reale al gran completo, compresa ovviamente nonna Elisabetta, 91 anni, oltre ai parenti della sposa; ma anche probabilmente alcuni degli amici Meghan, direttamente da Hollywood e la campionessa di tennis Serena Williams, tra le migliori amiche della sposa.

E se Meghan ed Harry dovessero avere dei figli? La legge britannica impone che i bambini nati dal loro matrimonio non potranno mai vantare il titolo di principe o principessa, secondo il decreto reale di Giorgio V del 1917: i figli di Harry e Meghan dovrebbero dunque essere riconosciuti come Lord o Lady Mountbatten-Windsor. Questo, a meno che la Regina non intervenga, come ha già fatto per gli altri nipotini, figli del duca e della duchessa di Cambridge. Se infatti il piccolo George ha legalmente diritto al titolo di “Sua Altezza Reale il Principe George di Cambridge” in quanto figlio maggiore del figlio maggiore del Principe di Galles, Charlotte sarebbe dovuta essere semplicemente Lady Charlotte Mounbatten-Windsor, in quanto secondogenita. Ma il decreto regio della bisnonna ha fatto in modo che diventasse Principessa. Elisabetta I farà così anche per i figli di Harry?


Potrebbe interessarti anche