Gossip

Royal wedding: tutto quello che c’è da sapere sul matrimonio di Meghan ed Harry

Virginia Francesca Grassi
18 maggio 2018

Manca un solo giorno al royal wedding tra Harry e Meghan Markle: domani, alle ore 12, il principe e la ex attrice americana pronunceranno il fatidico sì davanti alla famiglia reale, amici e parenti.
Le nozze “saranno improntate alla tradizione ma rifletteranno anche la personalità degli sposi”, hanno raccontato gli insider, ma ovviamente siamo tutti curiosi di saperne di più.
Per ingannare l’attesa, ecco tutti dettagli trapelati sino ad ora su quello che è senza dubbio il matrimonio dell’anno.

GLI INVITATI. La lista degli invitati alle nozze reali è stato uno degli argomenti più chiacchierati degli ultimi mesi. Ora i numeri sembrano ufficiali: potranno assistere alla cerimonia all’interno della cappella circa 600 ospiti, tutti rigorosamente vicini alla coppia (su questo Harry e Maghan sono stati ferrei). Tra loro si contano già gli amici più stretti di entrambi, come la wedding planner Jessica Mulroney, best friend della sposa, e gli ex commilitoni di Harry, ma anche una lunga schiera di star e celeb come Serena Williams, Priyanka Chopra e le Spice Girls Victoria Beckham, Geri Halliwell ed Emma Bunton. Su richiesta dello sposo, presenzieranno inoltre anche i fratelli di Lady Diana, insieme alle loro famiglie: il Conte Spencer, Lady Jane Fellowes e Lady Sarah McCorquodale rappresenteranno infatti la defunta principessa di Galles al matrimonio del figlio.
Oltre a loro, sono stati ammessi dentro la cappella le telecamere della Bbc, un reporter e quattro fotografi.

NIENTE POLITICI. Nessun politico compare sulla lista: né Theresa May, né Donald Trump e nemmeno gli Obama. Nei mesi scorsi Harry ha fatto sapere attraverso il suo portavoce: “Che non è richiesto un elenco ufficiale di leader politici – sia britannici che internazionali – per il matrimonio del principe Harry e della signora Markle. La decisione è stata presa dalla famiglia reale”.

ORDINARY PEOPLE. Per democratica volontà degli sposi, anche il popolo è stato invitato al royal wedding: sono stati infatti invitati 1200 membri “della comunità nazionale, fra cui scolaresche, attivisti del volontariato e cittadini esemplari, che tuttavia aspetteranno all’ingresso di San Giorgio. Ma niente banchetto per loro: oltre alle 4 ore  mezzo di attesa nei giardini del castello, dovranno “portarsi un pic-nic per il lunch, perché non sarà possibile comprare cibo e bevande sul posto”.

LA FAMIGLIA DI MEGHAN. La famiglia Markle è stata letteralmente il centro degli scandali di palazzo ultimamente. L’unica a salvarsi – per ora – da rumors e cicloni mediatici è stata la mamma della sposa, l’insegnante di yoga Doria Radlan, l’unica parente di Meghan che parteciperà al matrimonio: la  accompagnerà in macchina al castello e probabilmente la scorterà all’altare, dopo la defezione dell’ultimo minuto del padre. Già, proprio lui, Thomas Markle: 72 anni, ex direttore della fotografia di diversi telefilm americani, si è ritirato a vivere in Messico dopo la bancarotta. Il suo rapporto con Meghan è sempre stato altalenante ma, come da tradizione, sarebbe toccato a lui accompagnare Meghan lungo la navata della St. George Chapel. Non sarà così: l’uomo ha infatti deciso di non partecipare alle nozze a seguito di un attacco cardiaco avuto pochi giorni fa. Dietro questa motivazione di facciata però ce ne sarebbe un’altra: il grave imbarazzo provocato alla famiglia reale per aver dato scandalo vendendo ai paparazzi gli scatti che lo ritraevano mentre si provava il vestito per il matrimonio.

LA REAZIONE. Meghan ha voluto mettere a tacere ogni polemica – chi la voleva furibonda, chi a pezzi, a causa dei comportamenti inappropriati del padre – con un comunicato diffuso da Kensigton Palace via Twitter proprio ieri: “Purtroppo mio padre non parteciperà al nostro matrimonio. Ho sempre voluto molto bene a mio padre e spero che possa avere lo spazio di cui ha bisogno per concentrarsi sulla propria salute. Vorrei ringraziare tutti quelli che hanno inviato generosi messaggi di supporto. Sappiate che Harry ed io non vediamo l’ora di condividere con voi il nostro giorno speciale, sabato”.

PARENTI SERPENTI. Meghan ha poi due fratellastri, con i quali è decisamente in pessimi rapporti, e che non parteciperanno al royal wedding: Samantha Grant, 52, che ha più volte definito la sorella “un’arrampicatrice sociale” e ha pubblicato un libro all’acido muriatico, “Il diario della sorella di una principessa arrivista”; e Thomas Jr., 50, che è persino arrivato a inviare una lettera al futuro sposo per metterlo in guardia. “Non è troppo tardi. Meghan Markle non è ovviamente la donna giusta per te. Più si avvicina il giorno del matrimonio, più è chiaro che stai compiendo l’errore più grave nella storia dei royal wedding”.

TESTIMONI, DAMIGELLE E PAGGETTI. Al di là della tempesta mediatica, per fortuna qualche buona notizia c’è. Il testimone dello sposo sarà il principe William, mentre Meghan non ha voluto scegliere una damigella d’onore per non far torto a nessuna delle sue amiche. Paggetti e damine saranno tutti bambini, tra cui ovviamente spiccano i piccoli di casa: i principi George, 4 anni, e Charlotte, 2; il terzo royal baby, Louis Arthur Charles, nato lo scorso 23 aprile, rimarrà invece lontano dai riflettori.

LA CERIMONIA. Il matrimonio si svolgerà nella cappella di San Giorgio, al castello di Windsor, la stessa dove Harry è stato battezzato. Responsabile per tutta l’organizzazione è stato l’Ufficio del Lord Ciambellano di Buckingham Palace: la messa comincerà alle ore 12 e verrà celebrata dal reverendo David Conner, decano di Windsor, mentre Justin Welby, arcivescovo di Canterbury, presiederà allo scambio delle promesse. A dispetto del cerimoniale tradizionale, come già avvenuto per Kate Middleton, probabilmente la Markle non giurerà obbedienza al marito.
Al termine della cerimonia – verso le 13 – i due neosposi verranno accolti fuori dalla chiesa dai cittadini comuni invitati eccezionalmente al castello. A seguire, Harry e Meghan sfileranno in carrozza per tre chilometri lungo le strade di Windsor, acclamati da fan e giornalisti da tutto il mondo.

IL RICEVIMENTO E LA FESTA. Dopo la processione, gli sposi accoglieranno i loro ospiti nella St George’s Hall per il ricevimento formale, a cui parteciperanno la Regina Elisabetta, la Royal Family e 600 invitati. La sera invece gli sposi hanno optato per una festa più intima, con “appena” 200 amici, alla Frogmore House, sempre nel parco di Windsor. Sarà un party un po’ meno legato alle rigidità inamidate di palazzo. La torta nuziale, commissionata alla londinese Violet Bakery di Claire Ptak, sarà un dolce organico al limone e fiori di sambuco, anziché la classica torta di frutta a piani; mentre le decorazioni floreali saranno forniti da Philippa Craddock, “la regina dei fioristi di Londra”, come l’ha già definita da Vogue.

IL VIAGGIO DI NOZZE. Ancora non c’è un luogo o una data ufficiale per il viaggio di nozze e molto probabilmente i due sposi non partiranno subito dopo il matrimonio: hanno infatti già in programma alcuni impegni ufficiali. La meta più probabile sembra l’Africa, forse la Namibia: del resto, una delle pietre dell’anello di fidanzamento arriva proprio dal Botswana, terra a cui sia Meghan che Harry sono molto legati e dove hanno trascorso una delle prime vacanze insieme.

E CHI PAGA? Il costo totale dell’evento è stato stimato intorno ai 2 milioni e 240mila euro: a pagare questa cifra astronomica sarà principalmente la famiglia reale; ma il calcolo non tiene conto dei 30 milioni di spese per la sicurezza, che saranno invece a carico dei contribuenti inglesi. Inutile dire che non proprio tutti sono entusiasti della cosa e la polemica imperversa.


Potrebbe interessarti anche