Letteratura

Salone del Libro 2013: un concentrato di sorprese

Caterina Giso
19 Maggio 2013

Il Salone del Libro 2013 in una parola? Creativo, anzi creativissimo. È questo il fil rouge del Capodanno del libro.
Innanzitutto per la presenza di Bookstock Village, l’area completamente dedicata ai ragazzi, densa di incontri, laboratori e mostre, di occasioni in cui sperimentare e far volare la fantasia dei più piccoli (e non solo). Ma Bookstock Village ha pensato anche a libri speciali per bambini speciali: non mancano i libri ad alta leggibilità, gli audiolibri e i libri tattili, per i bambini con difficoltà visive, uditive, o con disturbi dell’apprendimento.
Da non perdere anche Book to the future, lo spazio dell’editoria digitale e delle nuove tecnologie dell’informazione, di cui è protagonista indiscusso Kobo, che in quest’occasione ha presentato il nuovo e-reader Kobo Aura. Guardano al futuro gli appuntamenti dedicati ai nuovi modi di fare editoria e informazione, alle nuove professioni e alle problematiche collegate a questi temi.

Una piacevole sorpresa di questo 26° salone è Casa CookBook, l’area pensata per l’editoria enogastronomica, ricca di appuntamenti ghiottissimi, tra cui è spiccato nella giornata di sabato 18 lo showcooking di Igor Macchia e Giovanni Grasso del ristorante La Credenza di San Maurizio Canavese, che hanno presentato il nuovo libro “La Credenza: The New Season”.
Per restare in tema di cibo, se volete fare una pausa vi consiglio il gelato di ApeRivaReno, che seguendo la tendenza dello street food ha allestito la mitica Ape Car Piaggio a gelateria.

Culturalmente gustoso questo Salone 2013!
E per festeggiarlo, domani non perdete il nostro specialissimo appuntamento con Tentazioni glassate, per una dolce sorpresa tutta a tema librario… Stay tuned!

Caterina Giso