Beauty

Scrub ed esfoliazione dalla testa ai piedi: i miti da sfatare

Giovanna Lovison
26 Agosto 2019

Siete terrorizzate dal perdere anche un briciolo della tintarella duramente conquistata durante le vacanze, tanto da tenervi alla larga da ogni forma di esfoliazione o pensate che gli scrub siano prodotti troppo aggressivi per le vostre esigenze? Leggete le nostre tips e vi ricrederete!

Il consiglio numero 1 per mantenere la vostra abbronzatura il più a lungo possibile è proprio quello di esfoliare regolarmente la pelle. Lo scrub infatti evita secchezza, disidratazione e desquamazione dei tessuti ma, al tempo stesso, stimola il microcircolo, il rinnovamento cellulare e la produzione di elastina e collagene e rende la pelle più luminosa, morbida ed uniforme e l’abbronzatura più duratura. Lo scrub non è altro che quel processo meccanico con il quale viene rimosso quello strato superficiale dell’epidermide composto dalle cosiddette “cellule morte” con il risultato di scongiurare il rischio di macchie e discromie, ma il suo potere non si ferma qui: anche chioma, labbra e capelli possono beneficiare enormemente degli effetti dell’esfoliazione, specialmente dopo le vacanze e dopo i bagni di sole, salsedine e vento che appesantiscono, screpolano e stressano capelli e pelle.

Si utilizzano sul corpo sotto la doccia gli scrub di Collistar, dall’effetto drenante, quello di L’Occitane en Provence che unisce l’efficacia detergente di un bagnodoccia e quello di Frankbody al profumo di caffè, ma ci sono anche quelli per capelli di Davines e Sephora da utilizzare come shampoo detossinanti e quello specifico per il viso come quelli Kiehl’s, Dior Prestige o Filorga.

Sfogliate la nostra gallery per un corpo liscio, morbido e pulito dalla testa ai piedi!



Potrebbe interessarti anche