Alberta Ferretti

Luca Antonio Dondi
19 settembre 2018

 Delicata, innocente e pacata ma anche determinata, forte e consapevole: è la descrizione della donna ritratta da Alberta Ferretti nella collezione primavera-estate 2019. Un inno alla femminilità.

Silhouette morbide e rilassate, abiti che si gonfiano, capispalla ultralight che sembrano prendere il volo al solo cammino: la bellezza della quotidianità secondo Alberta Ferretti che lascia da parte la compostezza del red carpet e affronta la vita di tutti i giorni. Cosa indossano Gigi Hadid, Kendall Jenner e Kaia Gerber nei loro look off-duty firmati AF? Pantaloni cargo o shorts con maxi tasche, bomber in jeans o sahariane, bluse con rouches o canottiere di seta, caftani in pizzo San Gallo o prendisole crochet. Le sfumature pastello che sfociano nelle tonalità del deserto fanno sognare mondi fantastici e territori lontani in cui la leggerezza la fa da padrona. A portarci con i piedi per terra sono, però, le uscite total black finali che cambiano colore ma non perdono la propria delicata sensualità.

“In questa collezione ho potuto costruire così un viaggio che descrive avventure fisiche con un viaggio interiore. Quello che porta alla riflessione e alla gioia di vivere e che spinge le donne sempre più verso una comprensione di sé e del mondo”: con queste parole Alberta Ferretti racconta la propria visione del mondo e della donna, cosmopolita, moderna e intraprendente ma eternamente romantica e sognatrice.