Antonio Marras

Luca Antonio Dondi
23 febbraio 2018

Con la collezione uomo e donna per l’autunno-inverno 2018/2019, Antonio Marras racconta la storia della propria famiglia con il linguaggio che più gli è familiare: quello degli abiti.

In tre atti intervallati da balli e performance musicali, Antonio Marras espone la sua versione dei fatti di come John Marras nel 18esimo secolo emigrò negli Stati Uniti per diventare miniaturista a New York dopo aver avuto una travolgente storia d’amore in Sardegna, terra natia della famiglia Marras.

Il primo atto si apre con un lungo cappotto rosso a campana in twill di seta e prosegue con abiti jacquard e pizzo sui quali sono ricamate rose rosse su fondo nero, passionali e drammatici. Gradualmente, le rose si trasformano in romantici boccioli su strati di chiffon e il rosso lascia spazio al grigio dei pantaloni a sigaretta e dei completi in Principe di Galles, dei blazer e dei gilet in lana. Pizzo, tartan, tulle, animalier e applicazioni floreali – oltre che le iniziali AM in stile college – arricchiscono gli abiti da giorno e le bluse, i cappotti maschili e le felpe, le gonne svasate e i pullover. Al terzo e ultimo atto entrano in scena lustrini, perle e paillettes che in maniera arcaica e gentile decorano i capispalla e i corpetti degli abiti.

Romantico, teatrale, moderno, anticonvenzionale: è lo stile Marras che ha saputo farsi strada nel fashion system venendo riconosciuto come speciale e autentico, sempre originale e mai scontato. Uno stile unico che vede il designer essere celebrato come artista a 360° e non solo come mero stilista, perché dietro ad ogni collezione c’è molto di più.